Attualità

La stazione dell'alta velocità valdianese è prevista e lo conferma Vera Fiorani AD di RFI al consigliere regionale Corrado Matera e al vice direttore del Quotidiano Nazionale Angelo Raffaele Marmo. In pochi mesi le prospettive per il Vallo di Diano sono radicalmente cambiate e si respira anche una rinnovata speranza per il futuro. L'amministratrice delegata di RFI Dott.ssa Fioraniil 3 febbraio scorso, presenta il progetto di Alta Velocità/Alta Capacità Salerno - Reggio Calabria con attraversamento nel Vallo di Diano. Una notizia che, appena diffusa, aveva da subito risvegliato un sentimento di speranza sopito da tempo ma anche una forte intenzione a cercare di ottenere i maggiori vantaggi possibili dal progetto, ed in particolare la necessità di far in modo che i treni di Alta Velocità non fossero solo di passaggio.

Un concetto ribadito da subito dal consigliere regionale Corrado Matera che, già il 12 febbraio con una lettera aperta inviata alla Dott.ssa Fiorani nell'esprimere apprezzamento per il progetto che vedeva il Vallo di Diano attraversato dalla tratta, ne chiedeva, nel contempo l'individuazione di un punto dove collocare una stazione dell'Alta Velocità nel comprensorio valdianese.

Nella mattinata di ieri, l'On. Matera ha incontrato, a distanza di circa 2 mesi direttamente la Dott.ssa Fiorani, accompagnato dal Giornalista Angelo Raffaele Marmo per discutere proprio del progetto. Un colloquio che regala ancora buone notizie per il territorio dato che, la commissaria per la realizzazione della tratta, ha confermato la ferma intenzione d realizzare la stazione sul territorio, seppur, secondo quanto spiegato dal consigliere regionale, ancora non è stata ufficialmente definita l'ubicazione della stessa. Molto, infatti, dipenderà dagli esiti dei sopralluoghi che programmati da parte dei tecnici di ItalFerr, per la predisposizione dei progetto definitivo.

Pare siano infatti ancora al vaglio dei responsabili d RFI il tracciato da seguire per immettersi sulla Tirrenica. Al momento sembra certo solo il passaggio dal Vallo di Diano, mentre c'è da valutare tra le ipotesi di collegamento a Praja o a Sapri. Questo, almeno, quanto emerso nel corso del colloquio con la Dott.ssa Fiorani con l'on. Matera e Angelo Raffaele Marmo. Oltre a ricevere rassicurazioni in merito alla stazione nel Vallo di Diano, il consigliere regionale teggianese ha anche rappresentato le istanze del Cilento chiedendo nel contempo attenzione anche per il potenziamento dei trasporti ferroviari.

"Ho rappresentato alla Dott.ssa Fiorani - scrive Matera - la necessità per il Cilento di dover essere interessato da azioni concrete per il  potenziamento e l’ammodernamento delle infrastrutture ferroviarie, compresa l’Alta Velocità. Abbiamo il dovere di difendere uniti il nostro territorio - conclude il consigliere regionale teggianese - e non ridurci ad una sterile ed improduttiva lotta tra poveri. Promuovere insieme un grande progetto di rilancio per il sud della nostra provincia".

Anna Maria CAVA

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.