Attualità

Tracce di positività al Coronavirus su 32 mezzi di trasporto tra bus e treni in Italia. È quanto emerge dalla campagna di controlli a livello nazionale eseguita dai Nas dei Carabinieri per verificare la corretta applicazione delle misure anti-covid sui mezzi di trasporto pubblico.

Come ha riportato Fanpage.it, sono stati "setacciati" 693 veicoli, tra autobus urbani ed extraurbani, metropolitane, scuolabus, collegamenti ferroviari locali e di navigazione, ma anche biglietterie, sale di attesa e stazioni metro.

Nell'ambito dei controlli sono emerse irregolarità principalmente connesse con l’inosservanza delle misure di prevenzione al contagio: tra le più frequenti, la mancata esecuzione delle operazioni di pulizia e sanificazione, l’assenza di cartellonistica di informazione agli utenti circa le norme di comportamento ed il numero massimo di persone ammesse a bordo, l’assenza di distanziatori posti sui sedili e di erogatori di gel disinfettante o il loro mancato funzionamento.

Il riscontro della presenza di materiale genetico del virus sulle superficie dei mezzi di trasporto, seppur non indice di effettiva capacità di virulenza o vitalità dello stesso, rileva con certezza il transito ed il contatto di individui infetti a bordo del mezzo, determinando la permanenza di una traccia virale.

Federico D'ALESSIO

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.