Attualità

Sono 19 le filiali della Banca Monte Pruno. Ieri l’inaugurazione della nuova sede dell’istituto di credito a Cava de’ Tirreni che segna un importante traguardo, con l’avvicinarsi del 60esimo anno di vita della Banca ex cassa rurale ed artigiana di Roscigno nata nel 1962 per venire incontro alle necessità e aiutare i piccoli agricoltori locali. Senza mai perdere la caratteristica che l'ha contraddistinta sin dalla nascita e senza mai perdere di vista la mission di Banca al servizio della persona, oggi la Banca Monte Pruno è un punto di riferimento  per imprese, famiglie, giovani di tutta la provincia di Salerno, oltre che della Lucania, coprendo anche la costiera Amalfitana. Un traguardo che risveglia sentimenti di grande orgoglio ma che carica l’istinto di credito anche di enormi responsabilità, soprattutto visti i tempi difficili che si stanno affrontando. Il direttore generale della Banca Monte Pruno Michele Albanese non nasconde la sua emozione per l'importante traguardo raggiunto e che spinge il suo istituto di credito verso nuovi traguardi

Ma la natura della Banca diretta da Michele Albanese è stato ed è oggi il punto di forza che l'ha portata a crescere fino a raggiungere un traguardo che spinge verso altri traguardi tutti da conseguire senza però perdere quella che è la natura dell'istituto di credito, ossia l'ascolto. Un elemento distintivo che deve continuare ad accompagnare l'istituto di credito, soprattutto in questi momenti così particolari. Lo ha chiesto soprattutto il parroco Don Rosario Sessa che, al momento della benedizione dell'edificio, ha chiesto al direttore Albanese e ai suoi collaboratori di non dimenticare mai che, di fronte a loro ci sono persone. Un concetto ribadito e sottolineato dal direttore Albanese che ha sempre evidenziato e raccomandato, ai suoi giovani collaboratori come da sempre fatto, di essere sempre attenti alle esigenze della clientela ricordando come, chi si rivolge alla banca è una persona che, pur non esprimendoli, potrebbe trovarsi a vivere ed affrontare disagi e difficoltà, è un uomo o una donna con un'anima, con una famiglia forse con dei problemi ed importante se non fondamentale immedesimarsi in loro, avere la capacità di comprenderne le difficoltà e, laddove possibile venire incontro alle loro esigenze. Un concetto ribadito e sottolineato all'atto dell'inaugurazione della nuova filiale di Cava de' Tirreni, rimarcando così la peculiarità di una Banca che, sbarcata da ieri nella Costiera Amalfitana si appresta a raggiungere anche il Golfo di Policastro 

Una Banca 60enne ma fatta da giovani e che crede nei giovani. E lo dimostra affidando loro ruoli importanti. Michele Albanese, in questa nuova avventura si affida infatti ad Antonio De Chiara quale preposto della nuova filiale

Un altro giovane alla guida di un'importante filiale su cui Albanese crede fortemente come ha sempre creduto nel suo vice Cono Federico, nel responsabile della segreteria della direzione generale Antonio Mastrandrea,  e nei tantissimi a validissimi giovani a cui si affida ed affida il compito delicato del rapporto con i clienti, o meglio con le persone.

Anna Maria CAVA

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.