Attualità

Molti sindaci sono ancora preoccupati dai dati del contagio come dimostrano le ordinanze con cui tengono ancora le scuole chiuse nonostante l'ultimo decreto - legge, il n.44 del 1^ aprile scorso, abbia stabilito il ritorno tra i banchi in tutta Italia, anche in zona rossa, fino alla prima media.

Indipendentemente dalla classificazione degli scenari di rischio epidemiologico infatti da oggi l’attività scolastica deve svolgersi in presenza. non si ammette alcun intervento in deroga da parte dei presidenti delle regioni e delle province autonome e dei sindaci, tranne che in casi eccezionali.

E hanno parlato di situazioni  straordinarie Modesto Lamattina, Raffaele Accetta, Giuseppe Rinaldi, Vittorio Esposito e Domenico Rubino che, nel Vallo di Diano, hanno deciso di prorogare la dad fino alla prossima settimana: a Caggiano e Sanza si torna a scuola lunedì 12 aprile, a Monte San Giacomo, Montesano sulla Marcellana e Sassano si riparte il 14 aprile.

Sono circa 485mila i ragazzi di tutta la Campania che da oggi tornano a scuola in presenza. Diversi i comuni salernitani che hanno optato per la pror oga: non solo nel Vallo di Diano, scuole chiuse anche a Cava de'Tirreni, Castiglione del Genovesi, Sarno, Vietri sul Mare, Postiglione, Roccadaspide, Santa Marina capoluogo. In ordine sparso, i primi cittadini hanno sospeso le lezioni in presenza, in deroga alle disposizioni nazionali, perchè il quadro epidemiologico sui rispettivi territori non consente la ripresa delle normali attività didattiche.

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.