Attualità

Chiedono la riapertura dei mercati per poter lavorare e cercare di uscire da questo momento di forte crisi dovuto alla pandemia da covid-19. Gli ambulanti di tutta Italia oggi protestano in maniera pacifica, vogliono far sentire la propria voce contro le restrizioni adottate dal Governo.

In Campania in tantissimi stamattina con i loro furgoni sono partiti alla volta di Roma, per un presidio davanti a Palazzo Montecitorio e una manifestazione prevista in Piazza di Spagna, organizzati dall’Ana Ugl, associazione nazionale ambulanti. Mobilitazioni in tutte le regioni “da Nord a Sud, tutti in strada con i furgoni, adesso basta, vogliamo lavorare” il grido d’allarme lanciato dagli ambulanti. Alla manifestazione in Campania partecipa anche l’Ana Vallo di Diano, con una nutrita delegazione anche dal Cilento e dal Golfo di Policastro.

Una giornata promossa con lo slogan “Salviamo gli ambulanti”, per difendere il lavoro di una categoria che come più volte hanno spiegato i rappresentanti dell’associazione è stata messa in ginocchio dalla pandemia. Stamattina tantissimi i furgoni sull’autostrada A30 diretti a Roma. Immagini documentati dagli stessi ambulanti che mostrano la loro manifestazione con dirette facebook sulla pagina dell’Ana.

L’evento di oggi segue quello organizzato sempre a Roma nello scorso mese di febbraio, quando gli ambulanti elencarono le loro richieste al Governo: lo stop alla lotteria degli scontrini, la sospensione del Durc fino al 2022, la costituzione di un contributo a fondo perduto per la categoria, la sospensione del canone unico 2021, il riconoscimento dello stato di lavoro usurante, l’istituzione della tassa unica e di un fondo di solidarietà per il ripristino di banchi e materiali colpiti dal maltempo.

 

Antonella D'ALTO 

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.