Attualità

L'instabilità in cui versano gli operai idraulico forestali in Regione Campania sono tema di intervento in regione anche per la condizione di precarietà a cui sono costretti circa 1500 operai impiegati nelle comunità montane campane. Una stabilizzazione che potrebbe essere utile opportunità anche per un territorio in costante rischio idrogeologico che, attraverso le figure degli operai idraulico-forestali, potrebbe agevolare e velocizzare operazioni di manutenzione che vadano così a ridurre i rischi.

È questa la linea proposta dal consigliere regionale Tommaso Pellegrino nel suo intervento in Commissione Agricoltura, durante l'audizione proposta al presidente del Consiglio Francesco Borrelli e all'assessore all'agricoltura Nicola Caputo. Intanto però, il consigliere sassanese ha anche annunciato la volontà di portare l'argomento in discussione in consiglio regionale affinché possa avviare un percorso che porti alla risoluzione della vicenda che riguarda gli operai forestali.

"In una Regione come la nostra, - dichiara - fortemente caratterizzata dai frequenti fenomeni di dissesto idrogeologico, dobbiamo chiederci quale priorità vogliamo dare all'attività di manutenzione e cura del territorio, fondamentale per prevenire disastri ed emergenze che anche nel recente passato hanno arrecato danni ingenti alle nostre comunità. Il modello LSU, che è servito a stabilizzare tanti precari della Pubblica Amministrazione, attivando una mobilità tra Enti, potrebbe rappresentare una strada da percorrere per dare finalmente stabilità a chi da 20 anni vive nell'incertezza”.

Attraverso quindi l'utilizzo di forze già in servizio presso gli enti, individuando anche nuove competenze e nuovi incarichi da affidare loro, potrebbe rivelarsi azione utile non solo per salvare 1500 famiglie che potrebbero finalmente uscire dalla precarietà a cui sono costrette, ma anche per rendere il territorio regionale più sicuro sul fronte idrogeologico. Secondo il consigliere regionale Pellegrino si rivelerebbe un investimento utile impegnando chi ha profonda conoscenza del territorio ad effettuare accurata e costante manutenzione.

"Gli operai idraulico forestali sono chiamati al ruolo di manutentori del territorio, attività necessaria se si vuole evitare che le nostre comunità siano ancora vittime di nuove e più gravi emergenze. Le Aree interne si tutelano e si valorizzano soprattutto così".

Anna Maria CAVA

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.