Attualità

Il Centro Sportivo Meridionale ospiterà un museo dello Sport. Un progetto che ha visto la luce nella giornata di ieri presso la sede del CONI a Napoli con il presidente regionale dell'ente Serguio Roncelli che ha manifestato l'apertura al progetto. Un nuovo inizio per il Centro Sportivo Meridionale, fiore all'occhiello del Vallo di Diano, fortemente voluto dal compianto Enrico Quaranta che aveva realizzato la struttura nei primi anni 80 quando era anche risultato il più grande centro sportivo del sud Italia.

Piano paino al struttura riprende ora vita e, tra i vari progetti, anche la realizzazione, all'interno della grande struttura, di un museo dedicato allo sport. Presenti ieri mattina a discutere del progetto con il presidente del CONI regionale anche i consiglieri d'amministrazione della Meta SPORT Antonio Pagliarulo e Federica Mignoli, oltre al consigliere regionale Matera. Si tratta di un progetto che vedrà il Centro Sportivo Meridionale al centro della prossima programmazione dei fondi europei, facendo così rientrare un territorio, quale quello del sud della provincia di Salerno, tra le aree destinatarie dei finanziamenti mentre era invece stato escluso dalle manifestazione legate alle Universiadi di Napoli.

Nel corso dell'incontro di ieri presso il CONI, sono state definite le date dell'inaugurazione del museo ed ulteriori iniziative, sempre compatibilmente con le disposizioni in materia di Covid e di anticontagio.

"Ieri - spiega il consigliere Antonio Pagliarulo - abbiamo parlato delle prospettive future e dei risultati di progetto che si avviano verso la conclusione di un percorso dedicato al museo dello sport e delle Universiadi, allestito nel Centro Sportivo Meridionale di San Rufo: un’operazione - sottolinea di grande valore strategico per l’intero territorio, fortemente voluta dall’on. Matera già a partire dalla scorsa consiliatura regionale. Esso rappresenterà un’importante opportunità di sviluppo del Vallo di Diano".

Il Centro Sportivo Meridionale, torna quindi al centro dell'interesse del territorio come punto di rilancio e di valorizzazione dell'area a sud di Salerno dalle grandi prospettive ma che necessita allo stesso tempo di massima attenzione ed interesse prioritario.

Anna Maria CAVA

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.