Attualità

É arrivata la prima neve. Il bianco inverno ha fatto capolino spazzando via il grigiore delle piogge dei giorni passati. Da ieri pomeriggio hanno iniziato a cadere i primi fiocchi imbiancando in poche ore il Vallo di Diano. Ma ha nevicato un po' in tutto il Sud della Provincia di Salerno, anche nell'alta Valle del Sele e nell'alta Valle del Calore.

Scenari da cartolina e immagini natalizie che scaldano il cuore dei grandi e rendono felici i bambini. "Uno scenario spettacolare ma anche pericoloso". Lo strato di coltre bianca depositatosi sulle strade, con le gelate però, può creare difficoltà. Alcuni primi cittadini del Vallo di Diano  hanno allertato gli spazzaneve per evitare problemi a chi ha necessità di spostarsi. Intanto si sono adoperati come meglio potevano.

Particolarmente critica era la situazione a Montesano sulla Marcellana. Qui il Comune subito si è dato da fare con mezzi privati incaricati più il mythos della Protezione Civile fino alle 3 di questa mattina - ha raccontato il sindaco Giuseppe Rinaldi - per ripulire dalla neve non solo le strade comunali ma anche quelle provinciali. Si sono generati problemi di non poco conto - ha detto - sull'intero territorio comunale per una gestione che va oltre le nostre competenze e possibilità che comunque stiamo mettendo in campo. Mi auguro - conclude - che si risolva presto e concretamente la problematica delle strade provinciali non essendo il Comune in grado di garantire a lungo entrambi i servizi".

A denunciare il pericolo e la mancata attenzione da parte della Provincia anche un cittadino di Montesano, l'Ing. Antonio Pisano, che parla di "pessima gestione per il mancato spazzamento delle strade provinciali in particolare a Montesano centro,  a Tardiano e a Magorno  (SP103, SP144 e SP276). Segnala anche, con tanto di foto, che nel piazzale antistante la  casa Cantoniera di  Tardiano ci sono notevoli quantità di sale che non sono  utilizzate sulle strade".

Non sono garantite le piene e massime condizioni di sicurezza per il transito degli scuolabus e per il raggiungimento degli edifici scolastici quindi oggi le scuole locali, per chi le frequenta in presenza, sono rimaste chiuse. Stesso provvedimento adottato a Buonabitacolo.

Rosa ROMANO

 

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.