Attualità

Buone notizia arrivano sul fronte castanicoltura. Dopo anni di difficoltà a combattere contro un parassita che devastava il raccolto andando a distruggere i frutti sin dal germoglio, ora finalmente gli operatori del settore possono tirare un sospiro di sollievo. In un 2020 decisamente drammatico per ogni altro settore, apre che la castanicoltura salernitana può invece tirare un sospiro di sollievo. Una notizia che rallegra soprattutto i produttori di Roccadaspide che, per i loro marroni, possono vantare il marchio IGP.

Sconfitto quindi finalmente il cinipede galligeno noto anche come vespa del castagno che, insinuandosi nei germogli e nelle foglie delle piante, la sua larva compie l'intero ciclo vitale danneggiando il frutto e lo stesso albero. Finalmente sembra che i difficili anni del raccolto danneggiato sono ormai alle spalle con un 2020 che, invece segna la ripresa del settore cella castanicoltura.

"Dopo dieci anni di flagello causato dal Cinipide galligeno che ha quasi azzerato l’intera produzione regionale, - dichiarano da Coldiretti Salerno - il settore è finalmente in ripresa. Le prime castagne sono di qualità buona e non presentano particolari anomalie. I quantitativi sono discreti, la calibratura importante. L’emergenza cinipide - spiegano - non è ancora del tutto superata ma finalmente le piante hanno ripreso vigore e la produzione è in netto aumento. Vanno di pari passo alla lotta biologica gli interventi colturali e di gestione dei castagneti – sottolinea la Coldiretti – necessari per dare respiro ad una castanicoltura in crisi. L’attenzione alle tecniche di potatura e alle problematiche fitosanitarie e ambientali sono fattori determinanti. Finalmente riparte un comparto strategico per l’economia delle aree interne e per il presidio del territorio. Coldiretti continuerà a fare la sua parte assistendo gli agricoltori nella formazione colturale e nella lotta al parassita cinipide”

Anna Maria CAVA

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.