Attualità

Emergenza sanitaria in atto e difficoltà del servizio sanitario presso l'ospedale di Polla, in particolare per la gestione dei casi covid, è motivo di pressioni da parte della UIL FPL verso il direttore sanitario affinché possa a sua volta ottenere l'adozione di provvedimenti mirati e ritenuti di estrema urgenza per poter far fronte all'attuale situazione sanitaria in maniera efficace. I referenti del sindacato, scrivono così una nota alla direzione sanitaria del Curto ed ai dipendenti tutti del presidio ospedaliero con la richiesta di adozioni di misure elencate in otto punti specifici.

Importante per il sindacato che ogni reparto possa essere dotato di un proprio personale ausiliario e addetto alle pulizie per evitare che, in caso si verifichino casi di positività tra gli addetti, si debba ogni volta essere costretti ad effettuare tamponi di verifica su tutto il personale. La questione attivazione laboratorio di sviluppo tamponi viene nuovamente rimarcata dai referenti del sindacato che invitano la direzione ad adottare ogni utile azione affinché si possa ottenere l'attivazione dalla direzione generale dell'ASL.

Tra le altre proposte anche l'invito a creare una diversificazione tra i tamponi di controllo ed i tamponi su pazienti che attendono di effettuare prestazioni sanitarie per limitare le attese in caso di interventi chirurgici o altre urgenze. Per il sindacato i tamponi sul personale devono essere eseguiti con una regolarità e con cadenza quindicinale o mensile. Ricordando nuovamente la necessità di incrementare, ancor pià in questa fase di emergenza la dotazione organica per il presidio, chiedono anche l'attivazione di un servizio telematico tra le varie unità operative del Curto al fine di ridurre il passaggio di documentazioni da reparto a reparto.

Infine si torna nuovamente su una eventuale riapertura del reparto Covid e, nel caso ciò possa essere deciso, invitano la direzione sanitaria a confrontarsi con le organizzazioni sanitarie tutte al fine di definire i metodi di reclutamento personale e le migliori azioni da mettere in campo. I referenti della UIL FPL chiedono in conclusione alla direzione sanitaria del Curto di mettere in campo, con estrema urgenza, tutti gli interventi efficaci per tutelare gli Operatori Sanitari e l’organizzazione del Presidio Ospedaliero di Polla anche a tutela dei Degenti.

Anna Maria CAVA

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.