Attualità

Dopo i malumori per la chiusura delle scuole in Campania per due settimane, si riaprono di asili nido. Da oggi, infatti, è consentita, anche in presenza, l’attività delle scuole dell’infanzia: nidi e asili con bambini di età compresa nella fascia 0-6 anni. E’ quanto chiarisce, in una nota, l’unità di crisi regionale, specificando che la decisione, a integrazione dell’Ordinanza n.79, è avvenuta “su richiesta dei Sindaci pervenuta all’Unità di Crisi attraverso l’ANCI, e nelle more di specifici congedi parentali per i genitori”.  L’annuncio è stato dato ieri sera a chiarimento di molteplici sollecitazioni arrivate a seguito dell’ordinanza di chiusura delle scuole che ha suscitato non poche polemiche. Resta confermata la chiusura fino al 30 ottobre delle primarie e secondarie che sono già a lavoro con la riattivazione della didattica a distanza.

La riapertura degli asili non è l’unica novità annunciata ieri dal governatore De Luca. Una stretta è in arrivo per la festività di Halloween. “Nell'ultimo fine settimana di ottobre noi chiuderemo tutto alle 22 – ha affermato De Luca - . È il fine settimana di Halloween, questa immensa idiozia, questa stupida americanata che abbiamo importato anche nel nostro Paese. Halloween è un monumento all'imbecillità. Siccome dobbiamo fare i conti con la realtà e sento che si stanno già preparando a fare le feste - ha spiegato il governatore  - dalle 22 dell’ultimo fine settimana di ottobre si chiude tutto e sarà il coprifuoco. Non sarà consentita neanche la mobilità”.

Annunciate possibili decisioni di blocco della mobilità dopo la mezzanotte anche per i prossimi giorni, con controlli e sanzioni rigorose.

Antonella D'ALTO

 

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.