Attualità

4 giorni in più di vacanza anche nel salernitano per i ragazzi che frequentano le scuole in alcuni comuni del salernitano tra cui anche Sanza e Buonabitacolo nel Vallo di Diano e Vibonati nel Golfo di Policastro. Negli ultimi giorni si sono moltiplicate, in diversi comuni salernitani, le ordinanze sindacali per posticipare il rientro tra i banchi dopo il lunghissimo periodo di chiusura iniziato lo scorso 8 marzo a seguito del diffondersi dell'epidemia da Covid 19.

Dopo un'estate calda tra incertezze e dubbi sui protocolli da seguire per evitare possibili casi di contagio all'interno delle scuole e dopo la bocciatura all'emendamento proposto per tutelare presidi, docenti e personale scolastico da eventuali responsabilità penali non riconducibili direttamente a mancanze e colpe degli stessi, è chiaro che la scuola punta a raggiungere il maggior grado di sicurezza possibile nel rispetto di quanto previsto dai protocolli. Ed ecco che, come ipotizzato, iniziano ad arrivare le prime ordinanze da parte dei sindaci che concedono ulteriore tempo alle scuole per organizzarsi.

Apertura posticipata al 28 settembre per l'Istituto comprensivo Sanza-Buonabicatolo su richiesta della dirigente scolastica. Mentre a Sanza è stata ufficializzata nella giornata di ieri con apposita ordinanza la ripartenza delle attività in presenza a partire da lunedì 28, anche i ragazzi di Buonabitacolo prolungheranno di qualche giorno le vacanze a seguito di sopralluogo effettuato dal primo cittadino accompagnato dalla dirigente scolastica Cantillo che ha suggerito di posticipare il rientro a scuola. Richiesta accordata dal primo cittadino. Secondo quanto si legge nell'ordinanza emessa dal sindaco di Sanza, a seguito sopralluogo presso gli edifici scolastici sanzesi, sono emerse alcune criticità che impedirebbero la predisposizione e l'organizzazione degli ambienti scolastici in conformità con le misure previste dai decreti governativi e dai protocolli stabiliti dal Comitato Tecnico Scientifico.

Per il comune di Vibonati, nel Golfo di Policastro, le motivazioni del sindaco a giustificazione del posticipo della data di apertura della scuola al 28 settembre è prevalentemente legata alle elezioni. Sull'ordinanza si legge infatti che, essendo gli edifici scolastici adibiti a seggi elettorali, è necessaria una adeguata sanificazione dei locali per garantire l'avvio delle attività scolastiche in assoluta sicurezza. Anche altri comuni salernitano si sono orientati per il posticipo dell'avvio delle lezioni al 28 settembre e sono: Capaccio, Agropoli, Battipaglia, Cava mentre a Scafati la scuola riprenderà il 1 ottobre

Anna Maria CAVA

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.