Attualità

Oltre la metà delle aziende della Campania, il 52%, nei settori abbigliamento, ristorazione, bar, supermercati e parrucchieri resterà aperta a Ferragosto. È quanto emerge da uno studio di Confesercenti Campania, secondo cui rispetto allo scorso anno non possono permettersi di andare in vacanza ad agosto il 9% in più dei negozi di abbigliamento, il 17% in più nella ristorazione e il 21% in più dei bar.

“La crisi è assoluta - afferma il presidente di Confesercenti Campania Vincenzo Schiavo - e molti imprenditori della Campania non possono permettersi le ferie. Magari mandano anche i propri dipendenti in vacanza ma sacrificano se stessi per tentare di recuperare l’enorme vuoto provocato dal lockdown. Il dato di apertura a oltranza delle attività commerciali ovviamente diminuisce sensibilmente nelle zone a minor vocazione turistica. Ma in generale il 52% di apertura senza ferie è emblematico”.

Nel giorno di Ferragosto, ad esempio, il 66% delle attività di ristorazione e il 10% dei negozi di abbigliamento resterà aperto in Campania. Si prospetta però, secondo Confesercenti, una seconda parte del mese di agosto più confortante per le aziende del settore turistico, anche per via dei provvedimenti contenuti del decreto di agosto, tra cui la sospensione dei mutui, la cancellazione dell’IMU per gli albergatori, il sostegno alle agenzie di viaggio e alle guide turistiche. “Sono state ottenute inoltre - conclude Schiavo - grandi opportunità a fondo perduto. È necessario ora che le aziende sfruttino queste chances, riscrivendo insieme la nuova visione del turismo in un sistema globale che è cambiato”.

Antonella D'ALTO

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.