Attualità

Si è conclusa questa mattina con la consegna a Padula, l'iniziativa avviata alcuni mesi fa dal Sacro Ordine dei Cavalieri Templari della Commanderia di Teggiano che, attraverso una raccolta fondi avviata nell'abito de progetto "La Crociata dalla Solidarietà", ha voluto acquistare utili strumenti per i bambini appartenenti a famiglie bisognose del territorio che, a causa delle nuove modalità di didattica a distanza, non hanno potuto seguire le lezioni o, comunque, hanno dovuto richiedere l'utilizzo di apparecchiature in dotazione delle proprie scuole per poter seguire le attività scolastiche. Una lunga maratona che ha visto i cavalieri impegnati a girare l'intera area di riferimento dell'ordine per donare gli importanti strumenti raggiungendo territori degli Alburni e del Vallo di Diano.

Ultimi comuni a ricevere i doni sono stati i comuni di Sala Consilina e Padula, rispettivamente sabato e questa mattina. In entrambi i casi i cavalieri hanno consegnato nelle mani dei sindaci Francesco Cavallone per Sala Consilina e Paolo Imparato a Padula, un nuovo tablet destinato ad un bambino bisognoso del comune. Per tutelare l'anonimato, infatti, i cavalieri hanno voluto consegnare i preziosi strumenti direttamente ai primi cittadini che hanno una maggiore coscienza anche delle problematicità che persistono in talune famiglie su territorio. A tal proposito il sindaco di Padula ha annunciato che, per la consegna, provvederà ad emettere un bando pubblico al fine di garantire la totale trasparenza garantendo però il rispetto della privacy delle famiglie.

Grazie quindi alla generosità dei cavalieri italiani ed anche esteri, essendo l'ordine un sodalizio millenario internazionale, è stato possibile acquistare e donare 13 tablet che sono stati consegnati, nel corso delle settimane ai sindaci di diversi comuni e precisamente ai primi cittadini di Sala Consilina, Padula, Monte San Giacomo, Caggiano, Sassano, Sant'Angelo Le Fratte, Roscigno e 6 alla Diocesi di Teggiano Policastro con la consegna avvenuta nelle mani del Vescovo Mons. Antonio De Luca. Un gesto significativo per i Cavalieri del Sacro Ordine dei Templari che hanno così voluto contribuire a sostenere quanti, in questo periodo di emergenza Covid, hanno dovuto fare i conti con difficoltà persistenti che hanno danneggiato una condizione già particolarmente precaria. Un gesto che racconta il senso di solidarietà e vicinanza alle comunità dei cavalieri

 

Anna Maria CAVA

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.