Attualità

Il tetto all’uso del contante scende e i professionisti sono obbligati ad accettare pagamenti con pos e carta di credito. Da oggi, 1^ luglio, è guerra al contante. Il mese inizia all'insegna di cambiamenti importanti sul fronte economico. Il limite all’utilizzo di denaro liquido è fissato a 2 mila euro. Una nuova riduzione dovrebbe arrivare da gennaio 2022 con il ritorno a 1.000 euro della soglia che cambia ora l'ennesima volta.

Da oggi quindi cambia il modo di spendere per via di norme contenute nell'ultima legge di Bilancio allo scopo di contrastare l'evasione fiscale: fino a 1.999euro si potrà pagare in contanti, ma dai 2 mila in su si deve procedere con pagamenti tracciabili.

Sempre da oggi e sempre per garantire la tracciabilità delle operazioni eseguite,  commercianti, artigiani e professionisti hanno l’obbligo di installare il Pos per incassare i pagamenti attraverso gli strumenti elettronici se vogliono accedere al nuovo credito d’imposta: da utilizzare in compensazione per recuperare il 30% dei costi (sia fissi che variabili) sostenuti per l’installazione e la gestione delle ‘macchinette’. É un incentivo per portarli a dotarsi di POS, la misura non prevede sanzioni: nella fase di conversione in legge del Decreto fiscale collegato alla Legge di Bilancio, infatti, le sanzioni previste in un primo momento sono state cancellate.

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.