Attualità

Ieri sera a Teggiano primo consiglio comunale di questo anno 2020. Una paralisi dell'attività amministrativa e consiliare dovuta, secondo quanto spiegato, e al diffondersi del covid ed alle misure restrittive anti-contagio. Ben 14 gli argomenti all'ordine del giorno su cui i consiglieri presenti hanno dibattuto. Tra i punti all'ordine del giorno in particolare l'approvazione del bilancio di previsione 2020/2022 e gli argomenti propedeutici su cui, in particolare dalla consigliera del gruppo Rinnoviamo Diano Marianna Morello, sono arrivate critiche, prevalentemente legate all'assenza di modifiche sostanziali sul bilancio attuale rispetto al documento approvato lo scorso anno.

Per Morello, un'amministrazione comunale ha il compito di lavorare per riuscire ad adottare, di anno in anno, nuove misure capaci di agevolare il cittadino per migliorare il suo vivere in comunità. Un tema che si è presentato sin dal secondo argomento all'ordine del giorno quando sono state approvate le tariffe per l'applicazione della tassa sui rifiuti che sono rimaste uguali alle tariffe precedenti. Su questo punto, l'amministrazione Di Candia evidenziava come non erano stati apportati cambiamenti rispetto allo scorso anno e, a tal proposito la consigliera Marianna Morello ha ricordato come, il compito dell'amministrazione sarebbe stato quello di lavorare durante l'anno per abbassare le tariffe. Altro punto su cui si è dibattuto è stato  il numero 7 legato alla verifica della quantità e qualità delle aree e dei fabbricati da destinarsi ad attività primarie e terziarie.

A tal proposito è stato ricordato come, seppur nel dicembre del 2019 si era provveduto all'adeguamento ISTAT sul prezzo di vendita del bene fissando al cifra a 21 euro, dalla Consigliera di Rinnoviamo Diano Marianna Morello era arrivata la proposta di non ricorrere all'adeguamento ISTAT, come già avvenuto per la cessione di un lotto avvenuta a 18,00 euro e non a 21,00 come da adeguamento ISTAT. Da qui la richiesta di fare altrettanto per non gravare eccessivamente su chi manifestava l'intenzione di investire sul territorio di Teggiano, quindi aiutare eventuali interessati e non disincentivarli. Una proposta su cui la consigliera Morello si era confrontata con il segretario comunale che aveva confermato la sussistenza delle condizioni per non ricorrere all'adeguamento ISTAT e, quindi, abbassare la richiesta. Dopo una iniziale apertura da parte dell'amministrazione comunale Di Candia, in consiglio è arrivato la chiusura netta e decisa respingendo la proposta avanzata dalla minoranza. 

Anna Maria CAVA

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.