Banner

Attualità

In attesa della creazione dei percorsi specifici riservati alle attività ambulatoriali, resta attivo il servizio di consulenza gratuita messo in campo dall'Associazione SANI avvalendosi di numerosi medici specialisti e denominato "Uno specialista per te". Diversi reparti, tra cui anche il reparto di Gastroenterologia, in queste settimane sono interessati da verifiche e lavori di adeguamento per consentire lo svolgimento delle attività ambulatoriali, ciò impone inevitabilmente una riduzione degli spazi al servizio delle stesse unità operative che, come accade per il reparto diretto dal Dott. Riccardo Marmo, vede un'area chiusa temporaneamente per consentire l'istallazione di cappe di aspirazione, garantendo però le prestazioni sui casi urgenti.

Un problema interessa diversi reparti che dovranno adeguarsi alla normativa vigente per poter riattivare i servizi di visita ambulatoriale. Potrebbero quindi proseguire le difficoltà ad accedere alle visite ambulatoriale. Ed ecco che, in soccorso ai pazienti, resta attivo ancora per tutto il mese di giugno il servizio ideato dall'associazione S.A.N.I. presieduta dal Dott. Riccardo Marmo. in questi mesi di chiusura e di limitazioni, e partito lo scorso mese di aprile, denominato "Uno specialista per Te". L'idea si è sviluppata durante la fase di maggiore diffusione del virus quando, peraltro, diversi comuni del Vallo di Diano, erano stati individuati come zona rossa e ad alto rischio contagio visti i numeri di pazienti positivi al Covid individuati.

Considerata l'impossibilità a spostarsi senza valide e certificate ragioni ed in considerazione dello stop imposto alle attività ambulatoriali, il Dott. Marmo responsabile del reparto di gastroenterologia del Luigi Curto, con la sua associazione ha attivato il servizio a cui hanno aderito 13 medici specialisti ed una biologa nutrizionista che resterà attivo ancora per tutto il mese di giugno e, laddove necessario potrebbe anche prolungarsi. Intanto presso il Luigi Curto, continuano i lavori per rendere il presidio ospedaliero confacente alle norme di sicurezza anti-contagio come per l'U.O. di Gastroenterologia dove resta chiusa una parte del reparto per consentire l'istallazione di cappe di aspirazione e la realizzazione di altri lavori per la separazione dei percorsi.

Anna Maria CAVA

Banner

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.