Attualità

Il giorno in cui il Vallo di Diano ha salutato per l’ultima volta il Sindaco Rocco Giuliano, primo cittadino di Polla che, nel bel mezzo del suo secondo mandato, arrivato con l’80% dei consensi, la lasciato il suo ruolo e la sua gente. Commozione, dolore, incredulità, hanno accompagnato questi giorni di lutto. Lunedì pomeriggio l’arrivo nella sua Polla dove era stata allestita, presso l’auditorium della nuova scuola media, una camera ardente. Ma il primo luogo che il feretro ha raggiunto è stata la sede del Comune, l’edificio che per decenni è stata la sua casa e dove accoglieva la sua gente. Il feretro ha poi raggiunto la camera ardente dove, coperto da un cuscino di garofani rossi a simboleggiare la sua eterna appartenenza al partito socialista con su poggiata la fascia tricolore, è stato collocato accanto ai vessilli del Comune di Polla e della Provincia di Salerno, avendo ricoperto il ruolo di assessore provinciale, entrambi con nastro nero in segno di lutto.

Migliaia di persone da tutta la provincia di Salerno hanno raggiunto il luogo per l’ultimo saluto al Sindaco di Polla. Mondo della Politica, dell’associazionismo, delle istituzioni, delle forze dell’ordine, della sanità e della società civile in maniera composta e rispettosa ha seguito il percorso preparato dai volontari della protezione civile di e della croce rossa locale che hanno assistito la folla per garantire il rispetto dei regolamenti vigenti. La camera ardente, è rimasta aperta fino alle ore 15,00 circa di ieri quando poi è iniziato il momento del saluto. Alla presenza dei sindaci del Vallo di Diano, tutti rigorosamente in fascia tricolore per l’ultimo dei tanti momenti condivisi insieme al Sindaco Rocco Giuliano, è iniziato il saluto istituzionale a cui ha presenziato anche il presidente della Regione De Luca. Un momento che si è concluso con le parole del figlio Vincenzo che ha ricordato come la sua famiglia non erano i figli e la moglie ma l’intera comunità di Polla.

Per Rocco Giuliano ogni cittadino di Polla era membro della sua grande ed amata famiglia. Al termine il feretro, portato in spalla dai suoi consiglieri comunali e dal figlio, ha lasciato l’auditorium per iniziare il suo ultimo viaggio tra il calore di scroscianti applausi e lacrime di commozione. Dopo un ultimo passaggio per il suo amatissimo paese, il feretro ha raggiunto il cimitero comunale dove tanta gente attendeva la salma ma dove non ha potuto fare il suo ingresso. La figlia Fabrizia, con la voce rotta dalle lacrime e dal dolore, ha ringraziato quanti erano presenti per l’ultimo saluto scusandosi per la doverosa chiusura dei cancelli visti i nuovi ordinamento e sottolineando come suo padre non avrebbe mai voluto lasciare la sua gente fuori dal cancello. Un ultimo momento di commozione che, però, non segna la fine del legame tra Rocco Giuliano e i suoi concittadini. Il ricordo del Sindaco Giuliano resterà indelebile per molto tempo e non mancherà il rimpianto per ciò che era Rocco Giuliano per Polla e non solo. 

Anna Maria CAVA

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.