Attualità


Un salvadanaio in alcuni esercizi commerciali valdianesi per aiutare i randagi del territorio. È questa la nuova iniziativa denominata "Crocchetta sospesa" avviata dall'associazione di volontariato OIPA Salerno e Provincia con sede a Sala Consilina per raccogliere i fondi necessari ad aiutare i tanti cani randagi che necessitano di sostegno ancor più in questo periodo di emergenza. Acquistare cibo sufficiente per poterli alimentare, ma anche provvedere alle cure sanitarie e ad ogni tipo di assistenza e aiuto necessario.

Attraverso un piccolo contributo che ognuno potrà lasciare volontariamente presso gli esercizi commerciali dove è presente il salvadanaio dell'OIPA, è possibile aiutare i volontari nella loro azioni di aiuto dei cani randagi presenti sul territorio.

L'idea è partita da due volontarie dell'associazione salese Enrica Ferricelli, vice delegata dell'OIPA e la socia Mariantonietta Di Gregorio vista la difficoltà del momento e l'impossibilità di organizzare banchetti di raccolta fondi, ricordando come l'associazione opera senza alcuno scopo di lucro ma solo avvalendosi delle donazioni volontarie. Sono tante le spese da sostenere per aiutare i cani in gran parte abbandonati al loro destino senza capacità di potersi procurare del cibo da soli a cui si aggiungono anche cani feriti o debilitati che necessitano di cure ed assistenza.

Ecco quindi che per poter continuare nell'opera di volontariato in questo mese di maggio è partita l'iniziativa che, peraltro, può contare su una grande partecipazione di esercenti che hanno subito accettato di aderire. Sono 19 gli esercizi, tra market, bar, gioiellerie, edicole, ecc. che hanno aderito di cui 12 a Sala Consilina, 2 a Teggiano e Padula, 1 a Polla, Sassano e San Pietro al Tanagro. I salvadanai saranno aperti a dicembre 2020 o prima nel caso in cui siano pieni e l'intero ricavato sarà utilizzato per assistere con cibo o cure veterinarie i ranadgi presenti su tutto il territorio valdianese ed in particolare nei comuni in cui le attività commerciali hanno aderito.

"Sono molte - dichiarano dall'OIPA - le attività che con entusiasmo hanno accolto l'idea, a dimostrazione che nel vallo la questione randagismo sta a cuore a tante persone, forse di più che agli stessi enti preposti e delegati al settore".

Anna Maria CAVA

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.