Attualità

Ci si occupa spesso della gestione dei casi covid ospedalizzati ma in trincea c’è anche un altro esercito che viene mandato allo sbaraglio senza armi e senza piani. Si tratta dei medici di Base che, come evidenziato dal Dott. Demetrio De Luca, sono tra i più esposti a rischi ma risultano anche poco tutelati. Mancano i necessari dispositivi di Protezione Individuale, eppure sono i primi a correre al capezzale di un paziente senza avere la minima coscienza della sua situazione.

Il Dott. De Luca, raggiunto da noi telefonicamente, ricorda come è ancor più indispensabile per i medici di base essere sottoposti a tamponi periodicamente dato che, in molti casi, sono chiamati a visitare pazienti che presentano disturbi non legati direttamente al coronavirus ma che, potrebbero comunque essere infetti e, pertanto trasmettere il virus anche agli stessi medici di base. Una situazione quindi ben più complicata dei medici dei sanitari negli ospedali che, invece, sono preparati ad affrontare tale tipo di emergenza e possono verificare l’eventuale contagio di un paziente. 

Anna Maria CAVA

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.