Attualità

Arriva un nuovo importate gesto di solidarietà e vicinanza all’Ospedale Luigi Curto di Polla in questo momento di emergenza sanitaria. L’ Ambito Territoriale di Caccia di Salerno e l’Ambito Territoriale di Caccia delle Aree Contigue Parco Nazionale Cilento Vallo di Diano e Alburni, con le loro sole risorse, hanno acquistato due nuove apparecchiature da destinare alle strutture ospedaliere Ruggi d’Aragona di Salerno e Luigi Curto di Polla. Si tratta di un dispositivo di Risanamento Rapido degli ambienti ospedalieri NAVAEURUS DEFEND 1050per il reparto di Rianimazione del Ruggi donato dall’ATC Salerno ed un ventilatore polmonare VENTILOGIC LS NEW GENERATIONper il Curto, donato dall’ATC Aree Contigue Parco.

Due importanti doni che sono stati acquistati prelevando direttamente dalle casse degli enti. Un grosso sacrificio se si pensa che gli enti in questione, possono contare sulle sole entrate derivanti dal tesseramento dei soci. Accolto quindi l’invito di Vincenzo Polito, delegato della Regione per l’Ambito Territoriale di Caccia aree contigue Parco che, nell’evidenziare le difficoltà del Curto, ha visto, i comitati di gestione, accogliere la sua proposta di contributo e di aiuto ai presidi ospedalieri salernitani e, di concerto con il presidente dell’ATC Aree Contigue Dott. Armando Liguori, hanno deliberato per l’acquisto del Ventilatore Polmonare a Polla. Un gesto benefico realizzato in concomitanza con il gesto dell’ATC Salerno 1 che, autotassandosi, ha donato il dispositivo di risanamento rapido.

“Come componente dell'ATC SA 2 – dichiara il componente per la regione Vincenzo Polito – e come cittadini del Vallo di Diano, sento il dovere di ringraziare il presidente dell'ATC SA 2 Armando Liguori e il segretario Giovanni Senatore per aver colto la mia istanza verbale di acquistare una strumentazione per l'ospedale di Polla, e tutti i cacciatori che con il loro contributo, hanno reso possibile l’acquisto di tale strumentazione”. “Pur non rientrando l’iniziativa tra le proprie funzioni istituzionali, - commentano invece i referenti dei due ATC Salernitani - ritenuto che la drammaticità del momento obblighi chiunque ne abbia la possibilità a contribuire al supporto delle strutture ospedaliere e del personale sanitario che quotidianamente rischia la propria vita per la salvezza altrui, hanno raccolto con grande preoccupazione la richiesta di aiuto lanciato dall’Azienda Sanitaria Locale di Salerno per far fronte all’emergenza, “ad horas”, poiché il tempo che passa produce solo ulteriori emergenze su emergenze”.

I due comitati, riferiscono che, in accordo con i responsabili dei presidi ospedalieri, hanno provveduto all’acquisto dei dispositivi di cui necessitavano e, annunciano, sono già disponibili ed in consegna in queste ore presso le strutture ospedaliere

Anna Maria CAVA

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.