Attualità

Cambia ancora l’autocertificazione. Il nuovo DPCM rivede l’autorizzazione che i cittadini devono esibire alle Forze dell’Ordine per giustificare i loro spostamenti. Siamo al quarto modulo, sempre finalizzato ad impedire  a che i furbetti possano eludere le regole imposte dal Governo in questo momento di emergenza sanitaria.

Un nuovo documento da stampare, attestante uno spostamento per validi e comprovati motivi di lavoro, salute o altre necessità primarie come la spesa o l’acquisto di farmaci.

Il nuovo decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri introduce ulteriori misure in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale.

Oltre alla misura della quarantena e della positività al coronavirus, ed oltre al comune di residenza, adesso c’è una nuova voce che annovera anche la regione di appartenenza e quella in cui eventualmente si ci sposterà. L’obiettivo è chiaro: contrastare ulteriormente le persone che volontariamente non rispettano le restrizioni.

Chiunque non rispetterà le regole, verrà punito con sanzioni che vanno dai 200 ai 5mila euro, che possono arrivare anche all’arresto da 3 a 18 mesi.

Federico D’ALESSIO

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.