Attualità

Dall'istituto comprensivo Sala Consilina Viscigliete la richiesta al Comune di Atena Lucana della presenza di uno psicologo in classe per ampliare l'offerta formativa della scuola. Una proposta prontamente accolta dall'ente guidato dal sindaco Luigi Vertucci che, con determina e a seguito valutazione del suo curriculum, ha affidato l'incarico alla Dott.ssa Maria Lamonea. La richiesta era stata avanzata lo scorso 5 dicembre dall'istituto al fine di potersi avvalere della figura professionale nell'ambito dell'educazione scolastica. Un richiesta finalizzata anche al miglioramento della qualità formativa dei piccoli.

Il ruolo della psicologa e la sua attività all'interno della scuola sarà sviluppato e organizzato interfacciandosi con la dirigente scolastica o con personale individuato dall'amministrazione comunale atenese. La proposta è stata rpesentata anche a seguito di un precedente colloqui con cui l'amministrazione Vertucci aveva manifestato alla dirigente Patrizia Pagano l'intenzione di supportare l'iniziativa concordandone la fattibilità ed in ottica di collaborazione tra scuola e comune.

"La figura dello psicologo a scuola - spiega la dirigente scolastica Pagano - rappresenta senz'altro una grande opportunità che, insieme,  possiamo offrire alle famiglie e ai ragazzi di tutti i settori di scuola. L'iniziativa - prosegue - è ancora più apprezzabile in considerazione del crescente numero di problematicità che si registrano in età scolastica".

Anche l'assessore Michelina Siciliano sottolinea l'importanza della cooperazione tra ente comunale e scuola evidenziando come, il progetto abbia potuto contare anche sul sostegno dell'assessore alle politiche sociali Francesco Manzolillo. "Con l'attivazione di questo percorso progettuale i plessi dei tre ordini di scuola di Atena Lucana potranno disporre dello psicologo scolastico che diviene risorsa e strumento di cui la scuola può disporre per sviluppare strategie d'intervento su alunni con bisogni educativi speciali certificati e non e garantire loro il successo formativo. Il piano d'intervento - spiega ancora l'assessore Siciliano - prevede momenti di condivisione anche con le famiglie  ed i docenti affinché in sinergia venga rimosso tutto ciò che potrebbe ostacolare l'apprendimento. Liberando il pensiero da ogni forma di "tabù"- riferisce in Conclusione - è importante  comprendere che la figura dello psicologo scolastico si pone come supporto all'Offerta Formativa in considerazione del fatto che nella scuola sono in netto aumento i casi di alunni con Bisogni Educativi Speciali".

 

Anna Maria CAVA

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.