Attualità

Noto anche con i soprannomi di Modì e Dedo, Amedeo Modigliani, celebre per i suoi sensuali nudi femminili e per i ritratti caratterizzati da volti stilizzati, colli affusolati e sguardo spesso assente, sarà al centro di un convegno organizzato per sabato 29 febbraio a Teggiano, in occasione dei 100 anni dalla sua morte.

La Città Museo, nell’incantevole cornice del Complesso Monumentale della S.S. Pietà, sabato prossimo renderà omaggio al grande pittore e scultore livornese, dalle 17,30, con la partecipazione straordinaria degli alunni delle classi terze della scuola secondaria di I grado dell’Istituto Comprensivo di Teggiano-San Rufo. I ragazzi, infatti, coordinati dai docenti di Arte Giovanna D’Elia e Rosario Antonicelli, si confronteranno con l’estro e l’arte di Modigliani. Alcuni degli alunni terranno degli interventi per raccontare e mettere in risalto le opere e la vita del celebre pittore livonese, mentre altri studenti saranno impegni nell’esposizione di alcune opere da loro precedentemente realizzate ispirandosi proprio a Modì: titolo della mostra sarà “Modigliani secondo noi” e sarà allestita in un’ala del chiostro.

Oltre alle relazioni dei ragazzi sono previsti gli interventi del sindaco Michele Di Candia, del consigliere delegato alla Cultura Conantonio D’Elia, della dirigente scolastica Rosaria Murano e dei responsabili del plesso i professori Tania Casella, Elisa Mangieri e Giuliana Franca Morena. “L’evento – ha spiegato la professoressa Giovanna D’Elia – vuole essere l’occasione non solo per rendere omaggio al grande pittore livornese coinvolgendo gli studenti, sempre attenti e preparati, ma anche per celebrare i luoghi culturali di Teggiano che meritano di essere vissuti dalla comunità”.

Antonella D'ALTO

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.