Banner

Attualità

 

2401 CONF SERV

Si è tenuta questa mattina la conferenza dei servizi per discutere della realizzazione di un deposito di fuochi d'artificio a Teggiano in zona agricola e in area confinante con i comuni di Atena Lucana, Sala Consilina, San Rufo, Sant'Arsenio e San Pietro al Tanagro.

Tante le osservazioni giunte al protocollo del Comune che ne è stata data lettura in apertura della conferenza dei servizi dal segretario che, in ultima analisi e dopo una lunga discussione con i diversi enti e privati interessati dalla vicenda che sono intervenuti per esplicitare le loro note e argomentare i motivi del loro dissenso, è stato deciso di rinviare la decisione. Assenti ai tavoli i referenti dei Vigili del Fuoco, dell'Arpac, del Genio Civile, della Regione e della Provincia.

Questi ultimi due, però, pur essendo assenti, hanno comunque inviato note in cui richiedevano una nuova e più attenta valutazione del progetto presentato dalla Pirotecnica S.R.L. presente al tavolo. Tra le note esposte anche osservazioni giunte dalla società titolare del kartodromo che ha evidenziato come la presenza del deposito potrebbe in futuro essere da ostacolo ad un allargamento della pista e quindi dell'attività sportiva effettuata dal Kartodromo. A tal proposito ha invitato ad una maggiore attenzione nella valutazione annunciando anche l'invio della nota anche alla prefettura. Altro ostacolo alla realizzazione del deposito al presenza dell'aviopista nelle vicinanze che, come spiegato in un'attenta relazione da parte dei tecnici del comune, sarà un'opera di interesse territoriale e che dovrà servire anche e soprattutto per attività di carattere sociale e di sicurezza.

Una lunga nota che spiegando attentamente e con precisione il ruolo della stessa aviopista, ha anche evidenziato quali potrebbero essere i danni provocati dalla presenza del deposito di fuochi d'artificio nelle vicinanze.

La Comunità Montana Vallo di Diano Raffaele Accetta si è fatta invece portavoce per tutti i comuni interessati dalla realizzazione del deposito ricordando come l'impegno del territorio è finalizzato ad una valorizzazione delle risorse agricole e turistico-culturali che rischierebbero di essere danneggiate dal nuovo insediamento. Interessante poi l'intervento del consigliere di minoranza del Comune di Teggiano Rocco Cimino che, evidenziando come il tema meriti una valutazione ed un coinvolgimento diretto del consiglio comunale, come peraltro sostenuto anche dal consigliere Conantonio D'Elia e che il sindaco ha chiesto di mettere a verbale la richiesta del capogruppo di RinnoviAmo Diano, ha anche sollevato la questione relativa al valore dei terreni limitrofi che potrebbe calare se non ridursi addirittura al nulla.

La ditta ha risposto ai vari punti confermando come, tutto ciò che viene realizzato è fatto a norma di legge. Non è necessario effettuare alcuna variazione al PUC dato che, secondo la normativa vigente tali tipi di deposito vanno realizzati necessariamente in zona agricola sottolineando anche come come, secondo la legge non è il territorio a doversi adeguare al deposito ma è la ditta incaricata che, in ogni occasione, dovrà adeguarsi, anche dopo la realizzazione, alla volontà del territorio. Secondo quanto spiegato, l'edificio adibito a stoccaggio di fuochi d'artificio, pare erroneamente definito il più grande d'Europa, ma di dimensioni comunque controllate, sarà realizzato come un bunker e quindi a livello sotterraneo a zero impatto ambientale. Inoltre è stato ribadit, dai titolari del deposito che, in caso di nuovi insediamenti o di allargamenti di quelli esistenti, saranno obbligati ad adeguarsi alle decisioni imposte dagli enti competenti.

Alla fine il segretario ha chiuso la seduta evidenziando come, le tante osservazioni presentate ed esposte, implicano necessariamente una più attenta valutazione prima di addivenire ad una decisione definitiva

 

Anna Maria CAVA

Banner

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.