Attualità

Il passo avanti nella gestione del Canile Comprensoriale del Vallo di Diano che ha visto l'ente montano guidato dal presidente Raffaele Accetta in prima linea nella realizzazione dell'opera, rappresenta un importante traguardo nella lotta al randagismo. Una struttura che sarà al servizio delle diverse associazioni impegnate nel lavoro di recupero dei cani che troppo spesso vengono abbandonati, incuranti di fragilità ed anche di conseguenze, spesso negative, sia per gli stessi animali che per le persone.

L'accordo raggiunti all'unanimità tra i comuni è sicuramente un dato rilevante per il futuro ma, come evidenza Accetta, non va dimenticato che rappresenta un costo per ogni ente comunale ed ecco che, per cercare di rendere efficiente il servizio senza però gravare eccessivamente sulle casse comunali, è stata presentata formale richiesta all'ASL di Salerno di partecipare attivamente alla gestione del servizio che punta ad essere solo un luogo di transito in cui recuperati i cani abbandonati, saranno messi nelle condizioni di salute per essere adottati, al fine di ridurre i costi dei comuni che, molto spesso, pagano proprio per il ricovero in canile degli animali

Anna Maria CAVA

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.