Attualità

Come annunciato nel corso della presentazione del progetto, lo scorso 6 dicembre, è partito questa mattina dall’IIS Sacco di Sant’Arsenio il tour all'interno delle scuole per sensibilizzare sulla donazione del cordone ombelicale.

La “famiglia” Banca Monte Pruno, con tale iniziativa, è in campo a sostegno della solidarietà e della salute. Il progetto “La donazione del sangue da cordone ombelicale” ha tra i promotori Aldo Rescinito, Presidente del Circolo Banca Monte Pruno, Michele Albanese, presidente della Fondazione Monte Pruno, Antonio Mastrandrea, Presidente dell’Associazione Monte Pruno Giovani, e il dottore Francesco De Laurentiis, primario del reparto di Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale “Luigi Curto” di Polla. Il progetto, partito oggi da Sant’Arsenio per i ragazzi della dirigente Rosaria Murano, consiste in un tour all'interno delle scuole del Vallo di Diano per promuovere ed informare sul tema. Ad ogni occasione viene spiegata l'importanza e illustrate le modalità di tale tipo di donazione. 

Il sangue del cordone ombelicale – sottolineano i promotori dell’iniziativa – è una preziosa riserva di cellule staminali emopietiche in grado di generare globuli rossi, globuli bianchi e piastrine, utili a curare malattie del sangue e del sistema immunitario. Normalmente questo sangue viene scartato assieme alla placenta dopo il parto: basta però una scelta della donna, durante la gravidanza, per fare in modo che esso venga raccolto. Un gesto che non costa alcun sacrificio e non rappresenta alcun pericolo per la madre o per il neonato ma che può essere utile a salvare tantissime vite.

Rosa ROMANO

 

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.