Attualità

L'eventuale messa in liquidazione dell'ente Consortile preoccupa in particolare per ciò che riguarda il futuro degli impianti sportivi ed in particolare delle piscine. Dall'ente i comuni che sono in regola con i versamenti, hanno deciso di garantire la funzionalità dell'impianto fino al prossimo 30 giugno. Il futuro invece è da decisere. Al momento circa 1400-1500 bambini, provenienti dai vari comuni afferenti all'ente consortile, usufruiscono dell'impianto per le loro attività sportive.

Resta ora da vedere consa accadrà per il futuro. Si tratta di un servizio che, probabilmente, anche con la messa in liquidazione dell'ente, potrebbe continuare ad essere erogato. A speigarlo il sindaco di Polla Rocco Giuliano che spiega come serva però una seria presa di coscienza da parte di tutti i comuni ed una chiara disponibilità a sostenere il prosieguo delle attività sportive all'interno della struttura del Centro Sportivo Meridionale.

Ricordando il valore dell'opera che, all'epoca della sua realizzazione, era tre le più grandi di tutto il meridione, Giuliano auspica un confronto serie e costruttivo tra tutti i comuni nella speranza di poter individuare una soluzione per evitare la chiusura anche delle piscine, visto anche il notevole investimento di risorse economiche effettuato sull'impianto. E non esclude anche l'affidamento della gestione dello stesso a società accreditate per tale servizio

Anna Maria CAVA

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.