Attualità

769 milioni stanziati per il piano asili nido gratis. Al Mezzogiorno, tuttavia, vanno le briciole, soltanto il 24% della somma totale. E’ quanto emerge da Il Mattino.

Nello specifico, 520 milioni per i nidi gratis saranno gestiti dal ministro della Famiglia Elena Bonetti e, inevitabilmente, andranno di più al Nord perché lì sono i servizi e quindi lì bisogna concentrare i bonus. In base ai posti disponibili si può stimare che il Sud si debba accontentare Di un misero 17%. L’altro tesoretto, da 249 milioni, dovrebbe essere destinato soprattutto al Sud, perché gli asili nido vanno costruiti dove mancano.

Il ministero responsabile, in questo caso, è quello dell’Istruzione, e Lorenzo Fioramonti ha appena consegnato un’ipotesi di riparto ai Comuni per quanto riguarda i fondi 2019 da spendere l’anno successivo. Il Mezzogiorno avrebbe dovuto fare la parte del leone e invece la sua quota è il 37%, ovvero con un minuscolo incremento rispetto al 34% di base.

Come sia possibile una situazione del genere ce lo spiegano gli esperti. Tale fondo è nato nel 2017 e valeva 209 milioni. In sede di primo riparto, i Comuni e le Regioni del Nord riuscirono a far pesare come parametro principale gli iscritti agli asili nido, quindi premiando chi aveva già di più. Fioramonti ha confermato il riparto dei 209 milioni e ha limitato la perequazione ai 40 milioni aggiuntivi di quest’anno. Se i riparti finali saranno questi, il Mezzogiorno avrà 92 milioni sui 520 per i nidi gratis e 92 milioni su 249 per costruire i nidi dove mancano. Il totale fa 184 milioni su 769, ovvero il 24%.

Federico D’ALESSIO

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.