Attualità

Importanti novità per le scuole del Vallo di Diano che potrebbero a breve contare su nuovi percorsi scolastici capaci di dare un maggiore impulso alla formazione e alla crescita dei giovani ma non solo. Nella giornata di ieri presso la provincia di Salerno in un incontro alla presenza del presidente della Provincia Michele Strianese, del consigliere provinciale con delega alla scuola Giovanni Guzzo e della responsabile dell'Ufficio Scolastico Provinciale Annabella Atanasio, sono state discusse le proposte giunte dai diversi comuni. Primo step superato per il Vallo di Diano che si è visto approvare, dall'ente provinciale, tutte le proposte presentate dagli enti comunali.

Ora la parola passa alla Regione per l'ok definitivo. Se la Regione conferma, potrebbero aumentare le scelte e gli indirizzi di studio per i giovani valdianesi. Tre in particolare i nuovi indirizzi di studio che hanno ottenuto l'ok dalla Provincia: l'istituto d'istruzione superiore per i servizi Socio-sanitari dell'indirizzo di studio ottico; per il Liceo Scientifico Carlo Pisacane di Padula arriva l'ok per l'istituzione dell'indirizzo Europeo Internazionale; infine Sassano si vede approvata l'istituzione di una classe di indirizzo musicale per la scuola secondaria di I grado dell'Istituto Comprensivo Falcone. Approvati dalla Provincia potenziamenti nella formazione, con l'attivazione di corsi serali aperti anche ad adulti, per l'indirizzo Moda dell'Istituto d'Istruzione Superiore M.T. Cicerone di Sala Consilina e l'indirizzo Turistico dell'Istituto d'Istruzione Superiore di Montesano sulla Marcellana. Accolta infine anche la proposta del Comune di San Pietro al Tanagro che avrà finalmente la sua scuola media. È arrivato infatti l'ok per l'istituzione di una sede distaccata delle scuole medie di Sant'Arsenio, presso l'edificio scolastico di San Pietro al Tanagro.

Un risultato, ottenuto grazie anche all'impegno consigliere provinciale delegato alla Scuola Giovanni Guzzo che ha sostenuto con forza le proposte provenienti dal Vallo di Diano. "É stato un riconoscimento importante per il territorio e le scuole - dichiara Guzzo - che vede arricchire la propria offerta formativa con indirizzi nuovi che possono rappresentare un momento di crescita e di interesse per i giovani e l'intera comunità del Vallo di Diano. La crescita culturale e sociale di un territorio - dichiara in conclusione - passa e vede nella scuola il proprio sbocco naturale. Non c è crescita senza cultura e non c è futuro senza la scuola".

Anna Maria CAVA

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.