Attualità

Suona domani la prima campanella dell'anno scolastico. Arrivano i messaggi di auguri da Sindaci e Assessori del territorio per studenti, sia per chi varca per la prima volta le porte della scuola sia per chi ha già intrapreso il percorso di studi, ma anche per famiglie, insegnanti, dirigenti e operatori degli istituti scolastici. Sono lettere di incoraggiamento per l’anno che verrà e lettere di bilanci su quanto è stato fatto per la comunità scolastica da parte della politica.

Al mondo della scuola che domani prende il via non mancano i problemi degli organici e delle strutture, ormai calcificati, così come quelli legati al diritto allo studio, all’inclusione e all’efficienza del sistema educativo. Oggi, a poche ore dal suono della prima campanella, è innanzitutto però tempo auguri. Tra i primi ad arrivare quelli dei sindaci di Sant’Arsenio, Donato Pica, di Sanza, Vittorio Esposito, e dell’Assessore alla scuola di Sala Consilina, Michele Galiano.

Da Donato Pica e dalla sua squadra amministrativa gli auguri di buon anno scolastico. Riconoscendo la priorità ed il ruolo centrale dell’Istruzione e della Formazione all’interno di una comunità, rinnovano il massimo impegno e la completa disponibilità a favore delle strutture di competenza dell'Ente ubicate sul territorio.

 Per ragazzi e adulti di Sanza invece un messaggio di incitamento a operare innanzitutto con passione arriva dal loro primo cittadino. “La scuola – si legge nella lettera messaggio di Esposito – è il luogo dove si costruisce il futuro. Oggi, che siete il presente, avete la responsabilità di chiedere il meglio che noi, istituzioni e società civile, possiamo offrirvi. Dunque, non esitate a pretendere, a sollecitare la società dei grandi a fare ciò che è necessario per costruire la società di domani, così come la immaginate e desiderate. Nel mentre, però, non dimenticate di avere l’obbligo ed il dovere, di dare il meglio di voi a voi stessi. Come amministrazione comunale continueremo nell’impegno assunto per superare ogni barriera, contro le chiusure e le discriminazioni. Voi siate curiosi; studiate non solo perché è un dovere ma soprattutto perché è lo strumento per realizzare i vostri sogni”.

Da Sala Consilina, Michele Galiano, parla alla comunità scolastica “Non solo come Assessore, ma soprattutto come cittadino salese e genitore augurando agli studenti e a tutti i protagonisti attivi un anno ricco di soddisfazioni e nuove esperienze. Ragazzi – consiglia – studiate, impegnatevi dando il massimo perché, come sosteneva lo scrittore Leo Buscaglia, ogni volta che imparate qualcosa di nuovo, voi stessi diventate qualcosa di nuovo”.

Rosa ROMANO

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.