Attualità

La Regione Campania ha aggiornato per l’annualità 2019 il Piano Triennale per l’Edilizia Scolastica 2018-2020. I Comuni hanno trasmesso le loro richieste, confermando o aggiornando la proposta progettuale già inserita lo scorso anno. E la graduatoria stilata va ora trasmessa al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Nell’elenco delle istanze ammissibili al Piano e candidabili a finanziamento per il 2019 figurano quelle delle amministrazioni comunali di: Montesano sulla Marcellana che ottiene 1mln 120mila euro per la demolizione e la ricostruzione dell’edificio scolastico di Arenabianca più 1mln 342mila per l’adeguamento e l’efficientamento energetico della scuola secondaria del Capoluogo.

A Sala Consilina 1mln 725mila euro per la demolizione e ricostruzione con diversa distribuzione plano-altimetrica e sistemazione aree esterne dell’edificio scolastico di Sant’Antonio; 3mln 194mila euro per lavori di ricostruzione della scuola media Trinità; 1,6mln per il restauro e miglioramento sismico della scuola materna “Guerrazzi”; 400mila euro per la ricostruzione del plesso scolastico di “Viscigliete”; e 860mila euro per quella del “Cappuccini-Sagnano”.

A San Rufo 2,4mln saranno utilizzati per il nuovo Polo scolastico locale.

A Sant’Arsenio 2mln 320mila euro per la demolizione e ricostruzione della scuola elementare “L.Giliberti”; invece circa 700mila euro saranno destinati per la ristrutturazione della scuola materna di Piazza Pica mediante adeguamento sismico, impiantistico, antincendio, igienico funzionale ed efficientamento energetico.

A Sassano 3mln 252mila euro per la costruzione del nuovo Polo scolastico di Silla.

A Teggiano 3,7mln per la messa in sicurezza, adeguamento sismico, efficientamento energetico, miglioramento funzionale ed abbattimento delle barriere architettoniche della scuola media con accorpamento della scuola primaria e della scuola dell’infanzia del centro storico.

Ciò - come si legge nel Decreto Dirigenziale della Regione Campania n.16 del 28/06/2019 - in virtù del decreto congiunto di Ministero Economia e Finanza (MEF), Ministero Istruzione Università e Ricerca (MIUR) e Ministro Infrastrutture e Trasporti (MIT) del 3 gennaio 2018 che stabilisce che è possibile, di anno in anno, per gli enti locali in elenco, scalare posizioni.

Rosa ROMANO

 

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.