Attualità

Rifiuti in arrivo a Polla individuato come sito di stoccaggio in vista della chiusura del termovalorizzatore di Acerra. Come da tempo preventivato quindi dal consigliere comunale di Polla Graziano Vocca, la Regione ha stabilito quali territorio erano chiamati ad intervenire in vista del blocco di circa 40 giorni dell'impianto di Acerra e, per la provincia di Salerno saranno due i siti chiamati al dovere ossia l'impianto di Polla e lo stir di Battipaglia.

A venire incontro alle necessità inevitabili di stoccaggio dei rifiuti, anche il comune di Salerno che, con delibera di giunta, ha aperto alla possibilità di conferire rifiuti anche presso il sito di stoccaggio nella zona industriale. Resta però l'amaro in bocca. Il Vallo di Diano, seppure da più parti aveva alzato la voce dichiarando l'indisponibilità ad essere ancora una volta chiamati ad intervenire per fronteggiare emergenze in tema di rifiuti, non si è potuto tirare indietro. Il consigliere Graziano Vocca lo aveva anticipato alcune settimane fa ricordando come l'impianto sia stato realizzato con fondi regionali, pertanto l'ente guidato da Vincenzo De Luca può decidere in piena autonomia di destinare il sito stesso ad accogliere i rifiuti provenienti dall'intero territorio della provincia di Salerno dato che, dal momento in cui è stato lanciato l'appello, nessun comune ha manifestato la disponibilità ad accogliere siti di stoccaggio sui propri territori.

Naturalmente a Polla non sembrano disposti ad accettare tacitamente e pacatamente la decisione assunta dal presidente della Regione. Con i no del sindaco Rocco Giuliano e del presidente della Comunità Montana Vallo di Diano Raffaele Accetta. Poco interesse è stato invece manifestato da altri sindaci del territorio. Intanto Graziano Vocca interviene nuovamente su quanto sta accadendo e lo fa puntando il dito proprio verso gli amministratori del territorio che per il consigliere comunale, hanno dato prova di poca lungimiranza. "come prevedibile - sottolinea Vocca-  nessun amministratore ha potuto evitare che Polla diventasse centro di stoccaggio della spazzatura proveniente dalla provincia salernitana. Sono queste - continua - situazioni che si creano quando si è convinti di riuscire a trasferire su altri i problemi dei propri territori. Ora - ipotizza il consigliere comunale di Polla sarà interessante veder giungere a Polla i tanti mezzi colmi di spazzatura e magari seguire le dichiarazioni degli amministratori del territorio che saranno attenti a rivendicare il loro operato nel cercare di evitare l'arrivo dei rifiuti dall'intera provincia di Salerno a Polla".

Anna Maria CAVA

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.