Attualità

Cercare di risolvere l’annoso problema delle microdiscariche di rifiuti presenti lungo le principali arterie di accesso al Cilento e Vallo di Diano, la Bussentina e soprattutto la Cilentana. È questo lo scopo della collaborazione tra ANAS e Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni con l’obiettivo di rendere il territorio del Parco un’area libera dai rifiuti, dal degrado e dall’inciviltà, nella consapevolezza che al suo interno vi si trovano bellezze inestimabili.

Si è dunque svolto un incontro tra i rappresentati dei due Enti e in particolare tra gli ingegneri Aldo Castellari e Marco Murolo dell’Anas e il Vicepresidente del Parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, Cono D’Elia. Dopo l’incontro sono stati programmati diversi interventi nell’area a sud della Provincia di Salerno, a partire dall’avvio dei lavori per il completamento della messa in sicurezza della Cilentana e il rifacimento della pavimentazione. Inoltre per far fronte all’emergenza, l’Anas sta completando l’affidamento dei lavori ad un’impresa che dovrà liberare dalla vegetazione e dai rifiuti sia la Cilentana che la Bussentina.

La collaborazione tra i due Enti prevede anche una convenzione che sarà firmata a breve tra Anas e Parco per la manutenzione periodica e continuativa delle due strade. Un lavoro importante sarà inoltre svolto dalla società stradale e dal Parco a sostegno dei Comuni coinvolti e delle Comunità montane di pertinenza per liberare mensilmente le piazzole dai rifiuti e dalle erbacce. Infine si chiederà ai Carabinieri Forestali di lavorare su foto-trappole, telecamere nascoste che serviranno per incastrare chi abbandona i rifiuti ai bordi delle due strade.

Antonella D’ALTO

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.