Attualità

A Sala Consilina domani pomeriggio dedicato al Fiume Tanagro con l'analisi del progetto realizzato dal Consorzio di Bonifica. A partire dalle ore 15,30 presso l'aula magna delle scuole elementari di Via Matteottti, l'incontro promosso e fortemente voluto dal Consorzio di Bonifica e dal presidente Beniamino Curcio, con il supporto dell'associazione nazionale Bonifiche Irrigazioni e Miglioramenti Fondiari, e il contributo degli ordini, degli Architetti, dei Geologi, degli Ingegnieri e degli Agronomi, nonché della Comunità Montana Vallo di Diano e del Comune di Sala Consilina. L'appuntamento rientra nell'ambito delle celebrazione della settimana dell'acqua che si svolge nel mese di giugno e sarà ampiamente dedicato alla questione del Fiume Tanagro come risorsa ma anche come possibile pericolo. Un tema molto caro al presidente Curcio che, già di diversi mesi, evidenzia come il Fiume Tanagro che dovrebbe essere una vera fonte di ricchezza per il territorio, è invece oggi diventato un problema ed un pericolo per l'agricoltura e per gli abitanti dell'area.

Da qui l'iniziativa che domani si aprirà con la presentazione del seminario affidata proprio al presidente del consorzio di bonifica Beniamino Curcio. A seguire, dopo i saluti dei referenti degli enti e degli ordini  aderenti, si darà il via alla presentazione delle relazioni scientifiche in cui saranno approfonditi temi di particolare interesse. Con esperti relatori si analizzeranno argomenti che sono strettamente legati al Fiume Tanagro come risorsa ambientale e paesaggistica e come riserva di un bene primario quale è l'acqua. Nella prima sessione infatti le relazioni verteranno sul tema della Gestione dei corsi d'acqua in ambienti antropizzati e naturali e sulla vegetazione riparia. Sarà poi interessante anche la seconda sessione che si dedicherà specificatamente alla questione del Fiume Tanagro ad oggi oggetto di uno studio e di un progetto che è stato elaborato dallo stesso Consorzio di Bonifica per un recupero dello stato ecologico e idrogeologico del corso d'acqua. Tra i temi in trattazione anche il nuovo contratto fiume Calore-Tanagro-Sele sottoscritto nel novembre del 2017 su iniziativa dell'Ente riserva naturale Foce Sele- Tanagro al fine di lavorare insieme e compatti per definire regole e strategie comuni per la gestione delle risorse idriche. A concludere il lavori sarà l'assessore regionale al turismo Corrado Matera

Anna Maria CAVA

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.