Attualità

In occasione dei festeggiamenti in onore di San Vito, santo patrono di Sapri, nella città della spigolatrice è stato sperimentato una nuova sede per il mercato settimanale del venerdì. Nelle scorse settimane il primo cittadino Antonio Gentile aveva emesso un'ordinanza sindacale in cui si annunciava che, in via del tutto eccezionale, l'attività mercatale del venerdì, per il giorno 14 giugno, sarebbe stata spostato lungo Via Bixio fino all'accesso di Via San Francesco. Uno spostamento che, al termine delle operazioni, può già traccaire un bilancio con il sindaco Gentile che ha manifestato la sua soddisfazione per l'ottimo esito della giornata.

Nell'ordinanza datata 31 maggio, il primo cittadino saprese aveva spiegato come la decisione era stata adottata a seguito del precedente annullamento del mercato settimanale nel solito luogo proprio per la concomitanza della festa patronale. Daquim di concerto con l'assessore al Commercio, il comando della Polizia MUnicipale e i referenti delle associaizoni UCS e ANA, era stato deciso di individuar una nuova area e di puntare sulla zona del Lungomare per la sola giornata di venerdì 14 giugno. In tal senso era quindi stata predisposta una nuova planimetria dei posti mercati riservati agli ambulanti. Tutto sembra si sia svolto secondo le aspettative. ALmeno da quanto evidenziato dal sindaco Antonio Gentile che, ieri mattina, si è recato sul posto per verificare di persona l'andamento dell'attività mercatale lungo Via Bixio.

"La delocalizzazione straordinaria del mercato settimanale - ha spiegato poi nella serata - non solo ha assicurato la continuità del servizio ma ha registrato anche tanti feedback positivi da parte dei cittadini, delle attività commerciali e delle associazioni di categoria. Ottimo anche il servizio di pulizia - ha continuato Antonio Gentile - che ha garantito il ripristino totale dell’area in tempi record. Con l’assessorato al commercio e il comando vigili abbiamo raccolto le criticità riscontrate al fine di una valutazione più ampia e perché no di una delocalizzazione definitiva".

Anna Maria CAVA

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.