Attualità

Domani, domenica 16 dicembre, a Sanza presso la Sala conferenze del CEA nell’antico Monastero di Salemme alle ore 19 si terrà la consegna del prestigioso Premio Mentes 2018. Premio che l’amministrazione comunale guidata da Vittorio Esposito riconosce ogni anno a persone di spicco che hanno legami con Sanza.

Oltre a Giuseppe Manilia, sanzese e riconosciuto maestro pasticcere dell'anno dall’Accademia dei Maestri Pasticceri Italiani, e la giovane e talentuosa studentessa Sabina Manduca, che si è diplomata con il massimo dei voti, quest’anno ci sarà anche un Premio alla Memoria consegnato alla famiglia di Tonino Graziano. “Zi Tonino” per tutti.

“Grande sperimentatore, precursore dei tempi, appassionato di elettronica, curioso di natura e geniale nel suo estro, Zi Tonino è stato un punto di riferimento per la crescita sociale e culturale del paese. La sua bottega di radiotecnico, un laboratorio d’altri tempi, è stato luogo di formazione professionale ma soprattutto umana per generazioni di giovani. Aveva intuito anzitempo l’importanza ed il ruolo sociale della televisione, al punto di creare dal nulla quella che oggi è l’emittente televisiva TeleCervati”.

“Un grande esempio per i giovani, soprattutto per coloro che non hanno avuto la fortuna di conoscerlo – ha commentato il sindaco di Sanza Vittorio Esposito – abbiamo dunque l’obbligo di raccontare e di ricordare cosa è stato Zi Tonino per tutti e cosa ha fatto”.

La cerimonia di domani sarà preceduta da un momento di confronto sul tema: “Il cibo è emozione, cultura e gusto. Mangiare bene per vivere bene”, con gli interventi, tra gli altri, della Commissione locale del De.Co. che valuta ed autorizza le tipicità locali a Denominazione Comunale.

Rosa ROMANO

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.