Attualità

Attualità

Coronavirus. Ieri la notizia di un altro caso sospetto in Italia, a Salerno. Si tratta di una persona rientrata dalla Cina: un 43enne originario degli Alburni. L'ospedale Cotugno di Napoli dove si trova ha reso noto l’esito negativo dell’esame. Non si tratta dunque di Coronavirus.

Attualità

Dal 2004 in Italia il 10 febbraio è il giorno dedicato al ricordo delle Vittime delle Foibe. Un'altra drammatica pagina della storia italiana che, però, è rimasta per troppo tempo sepolta e non raccontata.

Tra le vittime delle foibe, del secondo dopoguerra, anche un valdianese Giuseppe Morello che, questa mattina, il comune di Teggiano ha voluto ricordare con l'intitolazione di una strada la cui cerimonia si è svolta questa mattina alla presenza del Sindaco Michele Di Candia, del vice prefetto di Salerno Giuseppe Forlenza, del questore Maurizio Ficarra e di Giuseppe Morello, nipote della vittima delle foibe a cui è stata dedicata la strada.

La storia dell'Appuntato di Pubblica Sicurezza, tra le vittime delle foibe, è stato tema di confronto già nel 2018 in un convegno promosso dall'Associazione AmoDiano nel corso del quale il nipote Giuseppe Morello, ha raccontato la triste storia di suo zio che non ha mai conosciuto. 

Oggi, finalmente, tutta Teggiano e il Vallo di Diano potrà ricordare, percorrendo Via Giuseppe Morello, le foibe e il tragico destino degli italiani della Venezia Giulia. A scoprire la targa di intitolazione il sindaco Di Candia alla presenza anche dei membri dell'Associazione polizia di Stato.

 

Servizio di Anna Maria CAVA

interviste di Antonella D'ALTO

Attualità

Questa mattina, presso la Cittadella Giudiziaria, si è insediato il nuovo procuratore del Tribunale di Salerno dott. Giuseppe Borrelli in una cerimonia ufficiale collegata all'insediamento anche del nuovo presidente del tribunale di Salerno Giuseppe Ciampa.

Attualità

“Toko”è un’espressione salese che si usa per dire che una cosa è giusta, simpatica, fatta bene. Un gruppo di ragazzi, provenienti da tutto il Vallo di Diano, tutti sotto i 30 anni, nel 2014 ha utilizzato questa parola per dare vita ad un movimento culturale e ad una Rassegna cinematografica il “Toko Film Festival”. Una rassegna che anno dopo anno ogni estate è sempre più attiva e avvicina produttori cinematografici e il pubblico del Vallo di Diano alla realtà dei nuovi talenti del cinema indipendente e sperimentale. Nell’attesa della settima edizione del Festival,i ragazzi hanno partorito un’altra idea “toka”. Da meno di una settimana gira sul web il primo video, firmato “Toko Film Fest”, del format “Cucinema: ricette per una sana alimentazione cinematografica”. Si tratta di brevi video in cui si presentano i film e le serie televisive in uscita in modo originale e simpatico.

Katia LUCIANO

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.