Attualità

Attualità

Anche Salvitelle, per la prima volta nella sua storia, avrà il Forum dei Giovani. L’organismo di partecipazione a carattere elettivo che si propone di accorciare le distanze tra Istituzioni e ragazzi. E non poteva mancare in una realtà rappresentata da una giovane amministrazione guidata dalla sindaca Maria Antonietta Scelza.

Le elezioni si terranno domani, 11 gennaio, alle ore 18 presso l’Aula consiliare del Comune. Prima un momento di confronto sulle politiche per la gioventù presenti nei programmi di governo, sulle opportunità create per favorire l’inclusione di giovani nei processi partecipativi, quindi su quanto è stato fatto e quanto c’è da fare. “Un momento importante per la nostra Comunità che guarda al futuro” ha commentato la sindaca che domani sera aprirà il convegno a cui prenderanno parte: il vicesindaco Francesco Perretta; il consigliere del Forum dei Giovani provinciale Pasquale Rinaldi; il consigliere provinciale delegato alla materia Giovanni Guzzo. A seguire l’elezione del presidente del Forum di Salvitelle.

Nello scorso mese di luglio ci sono state le iscrizioni per avviare la creazione dell’organismo di partecipazione giovanile locale. In 20 i ragazzi che hanno deciso di vivere l’esperienza dall’alto valore formativo. E domani la squadra eleggerà i suoi organi sociali con in testa il presidente.

Rosa ROMANO

 

 

Attualità

A Buonabitacolo i cittadini restano in trepidante attesa della loro nuova scuola. Un'attesa che ora li vede anche pronti a scendere in campo per cercare di velocizzare l'iter e vedere finalmente riprendere i lavori per il completamento della struttura. I mesi passano e, mentre il sindaco Giancarlo Guercio all'inizio dell'anno scolastico, si era augurato potesse essere anche l'ultimo per i bambini da trascorrere nelle strutture di fortuna con l'auspicio di poter consegnare, per il prossimo anno scolastico 2020/2021, aule nuove, funzionali e sicure, in questo periodo di iscrizioni al nuovo anno, notando come tutto sia ancora fermo al palo senza che i lavori siano ripresi, si inizia a prendere coscienza della improbabilità che la scuola possa essere pronta per il prossimo anno.

Da alcuni cittadini è partita la disponibilità a scendere in campo a fianco dell'amministrazione in questa battaglia. Una disponibilità che però il primo cittadino frena annunciando anche l'ennesimo fattore che rallenta ulteriormente il cammino verso la ripresa dei lavori, vista la richiesta presentata dalla Regione Campania di ulteriore documentazione a cui l'amministrazione Guercio sta ora provvedendo. "Siamo di fronte ad un iter infinito - dichiara il sindaco - ma noi siamo pazienti e non demordiamo". Nella giornata di ieri un cittadino esasperato aveva scritto al sindaco attraverso sui social, chiedendo casa potessero fare i cittadini per far sbloccare i lavori della nuova scuola. La risposta del primo cittadino non si fa attendere.

"Per sbloccare un cantiere - scrive sulla sua pagina ufficiale - i cittadini possono fare poco, purtroppo. Se si applicassero i criteri spesso giusti e sensati dei cittadini, le pubbliche amministrazioni funzionerebbero certamente meglio. Ma la burocrazia, - dichiara - anziché favorire, talvolta ostacola lo sviluppo. La vicenda scuola - continua Guercio- è molto complessa che, nell'attività amministrativa stiamo seguendo con estrema attenzione. Ora, come ente, stiamo dando riscontro a una ulteriore richiesta della Regione pervenuta a dicembre. Confido che sia l'ultima di una lunga serqua di documenti fin ora richiesti. Sono certo - sottolinea in conclusione - che stiamo arrivando a una conclusione per procedere e chiudere il progetto. Se così non dovesse essere non mancheremo di farci sentire".

Anna Maria CAVA

Attualità

Prime delibere su messa in liquidazione dell'ente Consorzio di Bacino Centro Sportivo Meridionale. L'amministrazione comunale di Polla lo scorso 23 dicembre, giorno in cui la Regione si accingeva ad approvare l'emendamento che conferiva 300 mila euro di fondi per la gestione dei servizi sportivi nel Centro Sportivo Meridionale, deliberava in consiglio comunale, all'unanimità dei presenti, sulla questione, proposta dal sindaco di Polla Rocco Giuliano.

Una proposta in cui si manifesta la volontà ad opporsi allo scioglimento del consorzio richiedendo la nomina di un commissario liquidatore, scelto all'unanimità dai soci fondatori, per il recupero dei debiti anche attraverso il ricorso di atti di transazione con i comuni che risultassero morosi. Nel documento approvato dal consiglio comunale di Polla, tra i pochi comuni che risultano in regola con i pagamenti da effettuare all'ente consortile, anche la proposta di adottare tariffe differenti tra i comuni che risultano soci fondatori del consorzio e i comuni non consorziati con tariffe più favorevoli per i primi rispetto ai secondi.

La delibera è anche occasione per il comune di Polla di proporre possibili soluzioni, anche future alle difficoltà economiche, ipotizzando la richiesta di sostegno economico annuale e continuato da parte della Regione Campania e del Coni, ricordando anche la grandezza della struttura. Un sostegno che pare sia arrivato, almeno per questo anno 2020 dalla Regione ma che dovrà essere ratificato di anno in anno.

Nell'ultimo punto approvato dal consiglio comunale, l'amministrazione pollese si appella ai sindaci dei Comuni fondatori e alla Comunità Montana Vallo di Diano, "a porre in essere - si legge - una serena riflessione, tenendo presente la storia e il ruolo importante che ha avuto il Consorzio sin dagli anni '70 per la crescita sociale, economica ed occupazionale del nostro territorio, in termini di servizi ed attività di diverse discipline sportive, con una dimensione non soltanto locale ma anche Provinciale, Regionale e Nazionale. Oggi tale ruolo può essere ripreso per la potenzialità intrinseca degli impianti oggi resi tutti fruibili ed agibili grazie a finanziamenti pubblici e mutui a carico del Consorzio, quindi a carico dei bilanci dei Comuni fondatori".

Anna Maria CAVA

Attualità

pestesuinaafricana

Il Ministero della Salute ha annunciato un nuovo Piano Nazionale di Sorveglianza per la Peste Suina Africana.È previsto per ciascuna Regione o Provincia autonoma un numero di campionamenti da effettuare sulle carcasse. Sarà per questo indispensabile l’ausilio di volontari fra cacciatori, agricoltori e operatori zootecnici attivi nei territori. Allo scopo di favorire la segnalazione è stato stipulato un accordo di collaborazione con la Protezione Civile della Regione Campania che ha messo a disposizione il Numero Verde della Sala Operativa Unica Regionale: 800232525.Tutti i cittadini della Campania dovranno provvedere a segnalare tempestivamente a questo numero Verde la presenza di carcasse di cinghiale o parti di esse e di animali in evidente stato di sofferenza.

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.