Attualità

Attualità

Casa Surace con Totino Melillo ancora una volta scendo in campo a sostegno della loro terra. Talento, allegria e sensibilità al servizio di Una Speranza Onlus, l'associazione nata nel 1996 a sostegno delle persone affette da disabilità. Un impegno costante dei volontari e dei membri dell'associazione finalizzato a favorire momenti di incontro, di socializzazione e di allegria per le persone affette da disabilità di tutto il Vallo di Diano.

Un impegno che aveva portato alla realizzazione di una grande struttura dalle caratteristiche di casa dove poter vivere insieme e realizzare, insieme, quelle piccole attività quotidiane che poteva però trasmettere impulsi emotivi importanti per la serenità delle persone.Un posto dove poter ridere, scherzare, giocare ed anche, perché no, lavorare e sentirsi utili, al fine di favorire l'inclusione sociale. Negli ultimi tempi, però, l'associazione sta attraversando serie difficoltà con la concreta possibilità che la struttura debba essere chiusa e, di conseguenza bloccare le attività a sostegno delle persone diversamente abili.

Contro questa eventualità scendono immediatamente in campo Daniele Pugliese Beppe Polito e Totino Melillo che, appena venuti a conoscenza dei problemi che Una speranza Onlus sta attraversando, hanno ideato una nuova iniziativa di solidarietà per la raccolta fondi da devolvere interamente all'associazione con la realizzazione di simpatiche magliette con la scritta "Appara stu Fuosso" e, attraverso un simpatico video da loro stessi realizzato, hanno spiegato l'idea 

Daniele Pugliese Beppe Polito e Totino Melillo, ancora una volta non hanno esitato un attimo a scendere in campo per aiutare che, nella loro terra, ha bisogno di sostegno.

Un esempio che tutti possiamo seguire un piccolo gesto ma che sarà però segno di grande umanità e potrà regalare immense gioie a chi è meno fortunato.

Le magliette al momento sono in vendita presso il  Bar Zio Ciccio in via della Misericordia, la sede di Casa Surace e il Paladino Lounge Bar di Via Mezzacapo e presso il supermercato Quadrifoglio

Anna Maria CAVA

 

Attualità

Sono stati rinnovati nei giorni scorsi gli organismi regionali dell’ANCI Associazione nazionale dei Comuni italiani dall’assemblea elettiva tenutasi presso la Sala Cirillo della Città Metropolitana di Napoli. Il nuovo presidente di Anci Campania è il sindaco di Caserta, Carlo Marino, che subentra a Domenico Tuccillo e resterà in carica per i prossimi cinque anni.

Con il neo presidente regionale è stato eletto anche il comitato direttivo campano di cui fanno parte 56 componenti indicati tra sindaci e consiglieri comunali eletti in Campania. Esponenti di diversa sensibilità politica. E tra questi, per il Vallo di Diano, figura il sindaco di Sant’Arsenio Donato Pica insieme ad altri 14 primi cittadini della provincia di Salerno.

Manlio Torquato (Nocera Inferiore), Sonia Alfano (San Cipriano Picentino), Stefano Pisani (Pollica), Pino Palmieri (Roscigno), Domenico Volpe (Bellizzi), Giuseppe Lanzara (Pontecagnano), Nunzio Carpentieri (Sant’Egidio Monte Albino), Gianfranco Valiante (Baronissi), Giuseppe Parente (Bellosguardo), Gino Marotta (Celle di Bulgheria), Fortunato della Monica (Cetara), Angelo Serra (Laureana Cilento), Martino d’Onofrio, (Montecorvino Rovella), Francesco Morra (Pellezzano).

Scelti anche i quattro sindaci campani che faranno parte del Consiglio nazionale Anci dove siederanno, per cinque anni, il sindaco di Cava de’ Tirreni, Vincenzo Servalli, e quello di Battipaglia, Cecilia Francese, oltre ai primi cittadini di Ottaviano e Pozzuoli, Luca Capasso e Vincenzo Figliolia.

Contemporaneamente sono stati poi votati anche i ventinove delegati di Anci Campania alla XIX Assemblea nazionale in programma ad Arezzo dal 19 al 21 novembre. Si voterà per il presidente che rappresenterà a livello nazionale l’Associazione e vi parteciperà il primo cittadino di Montesano sulla Marcellana Giuseppe Rinaldi oltre, per la nostra provincia, a Gianfranco Valiante (Baronissi), Mimmo Volpe (Bellizzi), Giuseppe Parente (Bellosguardo) e il consigliere comunale Luigi Nocera (Sant’Egidio Monte Albino).

Attualità

L'assessore alle politiche giovanili del Comune di Sala Consilina Francesco Spinelli annuncia l'incontro in programma per domani pomeriggio alle ore 17,00 presso l'aula consiliare del Comune di Sala Consilina con i giovani del territorio. Un appuntamento in cui saranno presentate le proposte dell'amministrazione comunale e in cui i giovani potranno presentare le loro idee. Si tratta del primo di una serie di confronti che l'amministrazione cavallone intende realizzare. Ascoltiamo l'assessore Spinelli

Nel video servizio l'intervista realizzata da Anna Maria CAVA all'assessore Francesco Spinelli

Attualità

Il Comune di San Rufo continua a procedere nel contrasto al randagismo e nella tutela degli animali da affezione. Il sindaco Michele Marmo ha emanato un’ordinanza per regolamentare le norme per la custodia dei cani sull’intero territorio comunale necessaria – si legge – a garantire l’incolumità pubblica, prevenire rischi sanitari, mantenere il decoro urbano, assicurare il benessere degli stessi animali. 

Ordina quindi a tutti i proprietari dei cani: di iscrivere il proprio animale all’anagrafe canina entro 30gg dalla nascita o 15gg dal possesso; di tenerlo provvedendo alla sua sistemazione fornendo adeguate cure e attenzioni sulla base dei suoi bisogni; quando si è sul suolo pubblico: di raccogliere immediatamente gli escrementi prodotti dal cane e quindi di essere sempre forniti di eventuali sacchetti o altri contenitori, di utilizzare il guinzaglio ad una misura non superiore a 1,5mt.

Non è il primo provvedimento che viene adottato a San Rufo nel contrasto al fenomeno del randagismo e per la sicurezza urbana. L’ultimo è dello scorso agosto quando si è resa necessaria la bonifica del territorio a seguito di un sospetto avvelenamento di una serie cani randagi caduti vittime della cattiveria umana e trovati morti in pieno centro abitato.

Arriva ora l’ultima ordinanza a richiamare alle proprie responsabilità tutti i proprietari di cani e a stabilire quindi che gli amici a quattro zampe devono essere registrati all’anagrafe canina, quelli che circolano nelle vie pubbliche devono essere condotti al guinzaglio e i loro proprietari devono essere sempre muniti di strumenti idonei alla raccolta delle deiezioni.

Rosa ROMANO

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.