Attualità

Attualità


Un calendario fitto di appuntamenti quello previsto per la delegazione padulese, con in prima linea i membri dell'Associazione Joe Petrosino, a New York in occasione del Columbus Day. Il gruppo proveniente da Padula, sin dal loro arrivo nella Grande Mela hanno avuto modo di incontrare numerose personalità, presenziando a numerosi eventi e manifestazioni. Partendo dal giorno di arrivo, ricevuti dai delegati della Polizia di Stato; il giorno successivo, 11 ottobre, presso il World Trade Center in occasione della cerimonia in memoria delle vittime dell'attentato terroristico dell'11 settembre 2001 e ancora il 12 ottobre, giorno del Columbus Day, con la parata del Queens, dove Nino Melito Petrosino ha avuto il privilegio di dare il saluto finale ai presenti, oltre alla partecipazione alla parata di Long Island svoltasi domenica 13 ottobre. A questi numerosi e importanti eventi, si aggiungono ulteriori appuntamenti istituzionali. Nella giornata di ieri, giovedì 16, in particolare, la delegazione di Padula con la presenza del pronipote di Joe Petrosino, Nino Melito Petrosino, sono stati ricevuti dal Governatore dello Stato di New York, Andrew Cuomo, e dai deputati newyorkesi, italo- americano l'On Raia e la senatrice, originaria del nostro territorio Donna Lupardo. La cerimonia ufficiale, oltre ai saluti della Città di Padula, ha visto anche l'intervento da parte di Nino Melito Petrosino che ha spiegato come il loro viaggio sia teso soprattutto a divulgare i valori della legalità e della giustizia, che rappresentano gli ideali di vita del poliziotto italo-americano e per i quali è morto a Palermo, ucciso dalla malavita. La delegazione ha avuto modo anche di presentare il nostro territorio e invitare i deputati a visitare l'area al fine anche di avviare una futura collaborazione per la promozione turistica dell'area. I deputati hanno inoltre accompagnato la delegazione padulese in una visita del palazzo governativo e successivamente ad incontri informali con i comitati italo-americani residenti.

Attualità


"Alcuni amministratori del Vallo di Diano continuano nella politica distruttiva di tentare di sottrarre servizi agli altri comuni, attraverso le compiacenze politiche del momento". Lo afferma l'assessore del Comune di Teggiano Daniele Manzolillo, che ribadisce le ragioni per le quali la recente delibera dei sindaci del distretto sanitario di Polla – Sala Consilina si oppone con forza al ridimensionamento del PSAUT di Teggiano.

Attualità


La conferma di tutte le linee di trasporto pubblico presenti sul territorio di Montesano, l'istituzione di un nuovo percorso che fornisca un importante impulso al collegamento tra le frazioni, comprendendo anche il capoluogo, ed il potenziamento dei trasporti effettuati grazie a pullman sui tracciati viari che uniscono le zone alte del Comune con Salerno. Queste le richieste inoltrate dall'amministrazione comunale guidata dal sindaco Donato Fiore Volentini all'assessorato ai trasporti della regione Campania retto da Sergio Vetrella, attraverso una delibera approvata mercoledì scorso, relatore il vicesindaco Giuseppe Rinaldi. Un'istanza che la giunta ha inteso avanzare anche in virtù delle sollecitazioni giunte dalla popolazione locale. L'atto deliberativo vorrebbe inserirsi nell'imminente riordino complessivo dei trasporti che la Regione attuerà a breve. I nuovi tracciati individuati per il potenziamento degli spostamenti della cittadinanza riguardano la strada nazionale che attraversa Tardiano con l'adiacente frazione di Magorno, il collegamento tra Piazza Gagliardi, centro del capoluogo, ed Arenabianca, e l'opportunità di raggiungere Montesano Scalo con maggiore facilità partendo da Prato Comune. "La distanza del nostro territorio dai centri nevralgici provinciali, sedi pregnanti per la crescita professionale economica e culturale soprattutto dei nostri giovani -spiegano il primo cittadino ed il vice sindaco Rinaldi - impone un'attenzione maggiore in termini di trasporti stradali in aggiunta alla piena condivisione da parte della nostra amministrazione alla riattivazione della ferrovia Sicignano-Lagonegro". A conferma quindi del pieno sostegno all'impegno e al lavoro svolti dal comitato sorto per promuovere la riapertura della linea ferrata, evidenziata attraverso una specifica deliberazione approvata in Consiglio comunale. "Le due iniziative - proseguono Volentini e Rinaldi- poste in simbiosi offrirebbero al nostro Comune la possibilità concreta, dopo decenni, di raggiungere il capoluogo di provincia con adeguata rapidità ed uno spostamento più confortevole da parte dei viaggiatori

Attualità

 
Sono rientrate nella giornata di ieri le spoglie di Michele Durante caduto nella 2^ guerra mondiale il 24 aprile del 1945 dopo 2 anni di prigionia. Una data memorabile per la comunità e soprattutto  per i familiari che, dopo aver trascorso tutta la vita senza sapere nulla dei resti del loro caro congiunto, sono riusciti a ritrovarli tra i numerosi dispersi in guerra e a riportarli a casa. Nel pomeriggio di ieri, quindi la famiglia e soprattutto la moglie, dopo quasi 70 anni, ha avuto modo di riavere le sue spoglie. Durante Michele era nato a Sala Consilina il 25 settembre del 1913, quindi, proprio pochi giorni fa avrebbe compiuto 100 anni. Nel 1937 aveva adempiuto agli obblighi di leva ma, nel 1939, fu richiamato alle armi. Il 6 aprile del ‘41 entrò a far parte del 3° battaglione delle Guardie alla Frontiera e fu assegnato alla frontiera Albano-Jugoslavia insieme alle guardie tedesche. L’armistizio di Cassibile proclamato dal Generale Badoglio l’8 settembre del 1943, segnò il ripudio dell’alleanza con la Germania che in seguito a ciò ordinò l’a cattura di tutti i militari italiani. Anche sulla frontiera Albano-Jugoslavia  i militari italiani furono fatti prigionieri dai soldati tedeschi. Michele Durante fu quindi catturato nel Montenegro e condotto nel campo di prigionia di Kunzing dove morì, a causa dei maltrattamenti subuiti e per denutrizione, il 24 aprile del 1945. La sua salma fu sepolta nel locale cimitero di Kunzing. Successivamente, così come avvenne per tutte le salme dei militari caduti in guerra, anche il corpo di Michele Durante fu trasferito  in uno dei numerosi Cimiteri d’Onore istituiti in tutti i Paesi interessati dalla 2^ guerra Mondiale. Le sue spoglie furono conservate presso il Cimitero Generale dei Caduti di Monaco di Baviera insieme ad altri 3248 militari caduti tra la 1^ e la 2^ guerra mondiale. Dopo 70 anni, grazie alla ricerca intensa e alla speranza probabilmente mai sopita dei familiari, i suoi resti sono tornati a casa e potranno finalmente riposare presso il cimitero del suo paese di origine. Il rientro di Durante Michele, disperso in guerra, rappresenta un importante momento che deve anche servire da riflessione su quello che è valore della vita, sulla tragicità della guerra, ma soprattutto su quelli che erano i valori per i quali milioni di persone hanno sacrificato la propria vita per la libertà, la giustiiza e la patria. Per onorare il rientro dei resti del nostro concittadino, l’Amministrazione Comunale di Sala Consilina ha organizzato per il prossimo 4 novembre, giorno dedicato alle Forze Armate, una cerimonia in onore di Durante Michele e di tutti i militari caduti in guerra. La cerimonia si terrà in Piazza Umperto I a Sala Consilina a partire dalle ore 11,00 dove, dopo la deposizione della corona davanti al monumento dei caduti, si terrà la celebrazione religiosa officiata dal Vescovo della Diocesi di Teggiano Policastro, Mons. Antonio De Luca
 

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.