Attualità

Attualità

Dalla ricerca condotta dall’Osservatorio di Sicurezza del Lavoro emerge che il bilancio delle vittime è cresciuto rispetto agli ultimi anni. La regione che rileva  il maggior numero di vittime è la Lombardia con 43 morti. A seguire la Toscana con 27 e infine la Campania con 26. Sono 282 le vittime rilevate da Gennaio a Maggio. Con l’avvento dell’estate il bilancio delle morti bianche sale,e rispetto allo scorso anno, si ha un terribile incremento dell’11%. Sulla base dei dati Inail  sono questi i risultati emersi dalla ricerca effettuata dall’Osservatorio di Sicurezza del Lavoro, “Una situazione  che si aggrava giorno dopo giorno e che ancora non ottiene la giusta attenzione dal Governo, ne per la salvaguardia delle sicurezza  sui luoghi di lavoro e ne dal punto di vista sui controlli  e delle sanzioni sugli “evasori“ della sicurezza” rimarca ancora una volta il presidente dell’Osservatorio mestrino. L’unica regione che non registra vittime in occasione del lavoro nei primi 5 mesi del 2015 è la Valle D’Aosta. Sul fronte dell’incidenza di mortalità rispetto alla popolazione il dato più scoraggiante arriva dalla Basilicata con un indice di 33.3 rispetto a una media nazionale del 12,6. L’indice più alto si rileva nel settore delle costruzioni e dei trasporti, a seguire le attività manifatturiere, il commercio all’ingrosso al dettaglio, riparazione autoveicoli e motocicli. La fascia di età più colpita è compresa tra i 45 e i 54 anni, per quanto riguarda le donne il numero delle vittime è pari  a 17, mentre gli stranieri deceduti sul posto di lavoro  hanno una media di 45 vittime.

Attualità

Aree interne e il resoconto delle interviste realizzate lo scorso mese di marzo saranno al centro dell'incontro organizzato per il 17 luglio presso la sede della comunaità montana. Si avvia a conclusione e a definizione il documento programmatico delle azione per lo sviluppo delle Aree Interne che vede il Vallo di Diano tra i principali progetti su cui l'ente regionale lo scorso ha puntato, al fine di creare una crescita omogenea della Regione. Venerdì 17 la Comunità Montana Vallo di Diano ha indetto una riunione nel corso del quale la partecipazione e la condivisione di intendi sarà fondamentale. Diversi gli argomenti all'ordine del giorno che andranno ad interessare anche il gruppo di lavoro di Progetto Cultura Città Educativa Vallo di Diano con i dirigenti scolastici e gli insignanti che saranno in prima linea a dimostrazione dell'importanza che i giovani e la scuola rivestono per la futura crescita e sviluppo del territorio. In particolare la riunione verterà, inizialmente, sul progetto Sviluppo Aree Interne con la presentazione della sintesi integrata delle interviste per la redazione della strategia aree interne, inoltre sono in programma anche gli Stati Generali delle Politiche sociali Aree Interne Cilento, Vallo di Diano e Tanagro. Nel corso dell'incontro sarà possibile anche integrare la discussione con altri argomenti che potranno essere proposti dai partecipanti all'incontro. Per ciò che riguarda il Progetto Cultura, all'appuntamento sono stati chiamati a partecipare, come detto, anche i dirigenti scolastici, per consentire un confronto tra le parti e migliorare l'aspetto collaborativo tra le istituzioni e le parti private che possono favorire, con unità di intenti, la progettazione di un'idea di sviluppo. Ecco perché il mondo della scuola è chiamato ad intervenire sulla discussione per la redazione del documento finale della strategia aree interne redatto dall'ufficio speciale per il federalismo della Regione Campania e dal formez in cui la scuola assume un ruolo primario per la programmazione dei fondi europei 2014/2020. A ciò si aggiunge anche la presentazione delle proposte operative da inserire del POF 2015/2016. Un'altra importante giornata di confronto tra le parti che, con la partecipazione di tutti potrebbe aprire le porte per un futuro migliore del territorio 

Attualità

Ieri, provvisoriamente e in via del tutto sperimentale il mercato settimanale di Sassano doveva svolgersi in Piazza Umberto I e lungo Corso Umberto I. A quanto pare però sono sopravvenuti problemi che hanno impedito il regolare svolgimento nella nuova allocazione. Infatti, gli ambulanti hanno prima aperto poi chiuso le bancarelle. Questi hanno manifestato il proprio disappunto nei confronti della scelta della nuova sede del mercato ma l’amministrazione comunale ha dato garanzie in merito a questa scelta, del tutto provvisoria. Contattato telefonicamente, il sindaco di Sassano, Tommaso Pellegrino ha assicurato che da lunedì prossimo tutto procederà regolarmente.

Attualità

Il Comune di Buonabitacolo, guidato dal sindaco Elia Rinaldi, a seguito dell’incontro con i militari della locale stazione dei carabinieri e gli agenti della polizia municipale, ha istituito una task force per fronteggiare il problema degli sprechi idrici. Alle forze dell’ordine è stato affidato il compito di perlustrare le aree periferiche del paese, in particolare le zone di campagna per individuare eventuali trasgressori. “Il primo cittadino – come si legge dalla nota - ha anche fatto sapere che in giornata sarà pubblicata un’ordinanza contro gli sprechi e l’uso improprio dell’acqua, vietando l’innaffiamento di giardini, orti, il lavaggio domestico di auto e motoveicoli, il riempimento anche parziale di piscine, fontane ornamentali e vasche da giardino. Ai trasgressori saranno applicate multe molto salate e nei casi di sottrazione dolosa di acqua, di derivazione abusiva, di manomissione o danni comunque prodotti alle condutture dell’ente, la penale supererà i cinquecento euro, oltre al rimborso delle spese eventualmente occorrenti per la riparazione del danno, le conseguenze civili e penali. Una misura resasi necessaria a causa della precarietà che il servizio di fornitura subisce durante il periodo estivo, causando notevoli disagi ai cittadini e ai turisti. «Non si tratta soltanto di rispettare un’ordinanza – ha precisato il primo cittadino Elia Rinaldi – ma di far valere il buon senso, poiché l’acqua è una risorsa importante che non va assolutamente sprecata». A questo proposito, il sindaco di Buonabitacolo ha già annunciato che a breve sarà organizzata una manifestazione per diffondere la cultura dell’uso responsabile dell’acqua e delle risorse naturali. 

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.