Attualità

Attualità

“Le spiagge libere sono beni comuni preziosi e vanno valorizzate e gestite, non chiuse. Le ordinanze sindacali sulla “non gestione” delle spiagge libere sono le piu’ stravaganti. Si chiudono alcuni tratti di spiaggia libera senza spiegazioni nel breve o lungo periodo, vengono affidati ai privati per permettere di attrezzare lo stesso numero di ombrelloni dello scorso anno nel rispetto delle distanze, tutto questo con ordinanze ad hoc e senza piani di gestione necessari come viene definito nell’ordinanza regionale”.

In una nota, Mariateresa Imparato, presidente Legambiente Campania, commenta le ordinanze di chiusure delle spiagge libere in regione.

“Partendo da un dato in dato in Campania, quello che nel 2019 ha visto complessivamente una stima in cui le concessioni superano il 67% di occupazione delle spiagge del territorio regionale. Cio’ significa che solo il 33% del litorale e’ “free”. Oggi, dopo 2 mesi di lockdown, con una crisi economica e sociale, la chiusura delle spiagge libere, gia’ limitate, e’ una scelta assurda, una vera resa, una dichiarazione esplicita dell’incapacita’ del pubblico di gestire il bene comune.

Queste ordinanze - rimarca Imparato - sono atti che provocano una gravissima disparita’ di diritti fra la popolazione accentuando il divario sociale tra chi potra’ permettersi di pagare per l’accesso al mare e chi no. Riteniamo, invece, che questa situazione possa diventare una straordinaria occasione proprio per ristabilire la naturale connessione fra le amministrazioni locali e i cittadini nella gestione del bene comune.

E’ questo il momento dei Comuni, per garantire a tutti il vero diritto alla salute, che significa anche fruizione libera della natura e della socialita’ valorizzando tutti i luoghi “negati” del proprio territorio, troppo spesso dimenticati e abbandonati a una fruizione anarchica, o aperti solo per pulizie estemporanee”, conclude la presidente di Legambiente Campania.

Federico D’ALESSIO

Attualità

Un live streaming concert sarà trasmesso da Teggiano mercoledì 3 giugno in occasione della festività solenne dedicata a San Cono che quest'anno la cittadina non potrà celebrare nei modi consueti a causa del coronavirus. Sarà la musica a tenere virtualmente uniti i teggianesi in un giorno molto sentito da tutta la comunità. É quanto è nelle intenzioni dell'associazione culturale locale AmoDiano, presieduta da Maria Rita Di Sarli, che promuove l'evento e si affida al talento del maestro Luigi Gargano per lanciare un messaggio di speranza e riflessione all'intera Diocesi.

É il primo live streaming concert nel Vallo di Diano. Si terrà mercoledì alle ore 19:00 quando Luigi Gargano si esibirà al pianoforte in un evento suggestivo in cui eseguirà un programma di Musica Classica con composizioni di Schumman e Chopin.

Ancora una volta la presidente Di Sarli e il suo gruppo manifestano il grande attaccamento a San Cono organizzando, in questa occasione, evento musicale nel giorno a lui dedicato. "Il Covid-19 non ci ferma - assicura la presidente - non volevamo far passare in silenzio il giorno di festa, abbiamo deciso di promuovere un particolare momento di intrattenimento. Sarà un modo nuovo di condivisione, un modo alternativo per affrontare la fase due e sentirci tutti vicini, rimanendo comunque lontani".

Si tratta di una produzione audio-video che si svolgerà in totale assenza di pubblico - garantiscono gli organizzatori - nel rispetto delle prescrizioni anti Covid. Il concerto in streaming, verrà trasmesso su tutte le pagine facebook dell'associazione, dell'artista e EventiLive Teggiano.  

Rosa ROMANO

Attualità

111 Rocco Giuliano

La salma del sindaco Rocco Giuliano arriverà a Polla oggi pomeriggio da Napoli dove il primo cittadino è deceduto ieri. Nell'edificio delle scuole medie, in via Campi, alle ore 17 sarà allestita la camera ardente per l’ultimo saluto al sindaco Giuliano.  L’ingresso sarà contingentato per evitare assembramenti e assicurare il distanziamento tra le persone. Domani alle 15.30 presso il cimitero comunale ci sarà la benedizione in forma privata. Per oggi e domani a Polla è stato proclamato il lutto cittadino.

Attualità

Lo scorso anno sono stati diversi gli alunni del Liceo Scientifico Carlo Pisacane di Padula che sono riusciti ad ottenere il punteggio di 100 o 100 con lode all'esame di maturità. eccellenze che, l'istituto diretto dalla Preside Liliana Ferzola, in accordo con la famiglia Caggiano- Brigante, ha voluto premiare nel complesso riconoscendo il Premio Caggiano a tutti gli alunni meritevoli senza ricorrere ad una nuova valutazione del merito. è stata quindi una cerimonia molto partecipata quella di questa mattina che, seppur si è dovuta svolgere in modalità di video-conferenza e quindi a distanza, ha comunque consentito alla  dirigente scolastica Liliana Ferzola, alla vice preside Carmela Pessolano, alla docente Maria Carla Gallo, ad altri docenti della scuola, e all'Ing. Michele Brigante figlio della istitutrice del Premio Caggiano Anna Caggiano, di poter trascorrere qualche ora di confronto con gli alunni e conoscere le loro ambizioni e i loro sogni. Soddisfatta del momento di confronto seppur solo a distanza la dirigente scolastica Liliana Ferzola che abbiamo intervistato. 

Anna Maria CAVA

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.