Attualità

Attualità

Pertosa è tra i Comuni che per andare incontro alle necessità delle attività commerciali messe in ginocchio dall'emergenza Covid-19 hanno deciso di tagliare le tasse.

É una iniziativa della nuova amministrazione Barba.  La giunta comunale nell'ultima riunione ha deliberato di decurtare il 100% della quota variabile dalla Tari a carico utenze non domestiche quindi commercianti e artigiani costretti alla chiusura durante il lockdown.

Gli sconti riguardano la tassa sui rifiuti e a beneficiarne sono una 15ina tra bar, ristoranti, negozi, b&b, parrucchieri ed estetiste di Pertosa. Non hanno prodotto spazzatura, per ovvie ragioni, ed è giusto che paghino meno. Senso di responsabilità e un segnale di attenzione da parte del Comune che risponde concretamente alle esigenze di chi è stato pesantemente colpito dalla crisi economica causata dalle misure di contenimento della pandemia. Si pensi all'indotto economico generato dai turisti, soprattutto in primavera, nel Comune delle Grotte e che nel 2020 per qualche mese è stato azzerato.

"La decurtazione - spiega il sindaco Domenico Barba - si traduce in un risparmio di oltre il 50% della tassa per tutti i soggetti interessati. La misura inciderà per circa 6mila euro sulle casse del Comune, importo garantito attraverso apposita autorizzazione di spesa ricorrendo ad altre risorse del bilancio senza l'aggravio delle altre utenze".

L'emergenza Coronavirus ha letteralmente messo in ginocchio alcune attività e quella del comune di Pertosa è una decisione che darà un po’ di respiro ai soggetti coinvolti e che "abbiamo ritenuto necessaria - conclude il sindaco - Mi auguro e sono convinto che le nostre attività economiche sapranno tenere duro durante questo periodo ed essere pronte a ripartire con maggior forza di qui a breve, quando tornerà il sereno”.

Rosa ROMANO

 

Attualità

È arrivata ieri sera la nuova attesa ordinanza del governatore della Campania Vincenzo De Luca sulle disposizioni in tema di scuola e spostamenti interprovinciali.

Si specifica che da oggi e fino al 31 ottobre è confermata la sospensione delle attività didattiche in presenza per le scuole primaria e secondaria. Potranno svolgersi in presenza solo le attività destinate agli alunni con disabilità o con disturbi dello spettro autistico, previa valutazione delle specifiche condizioni di contesto da parte dell’Istituto scolastico.

L’Unità di crisi regionale dovrà costantemente monitorare e valutare la situazione dei contagi sul territorio in ambito scolastico e i relativi casi connessi a “contatti stretti”, al fine dell’eventuale riapertura della attività in presenza della scuola primaria a decorrere dal 26 ottobre.

Da venerdì 23 ottobre, per contenere i rischi di contagio correlati alla mobilità sul territorio, i cittadini campani non potranno spostarsi dalla provincia di residenza o domicilio abituale verso altre province della Campania, salvo che per esigenze legate a motivi di salute, di lavoro, di natura familiare, scolastici o per altri motivi di urgente necessità, e sempre con l’utilizzo di una autocertificazione.

Per i dati epidemiologici è stata disposta l’istituzione della zona rossa nel Comune di Arzano.

Inoltre per quanto riguarda le altre decisioni relative alla prevenzione e al contrasto dell'epidemia, la Regione ha chiesto al Ministro della Salute di condividere e disporre la sospensione di ogni attività dalle 23 alle 5 del mattino e degli spostamenti dalle 24, a partire dal prossimo fine settimana, sull'intero territorio regionale.

Antonella D'ALTO

Attualità

esercito

Per garantire il rispetto delle norme anti covid arriveranno in Campania 100 militari. Lo ha annunciato il presidente della Regione Vincenzo De Luca.

"Dopo il colloquio di ieri con il Ministro dell'Interno Lamorgese - ha detto - , questa mattina lo stesso Ministro ha confermato l'invio immediato di 100 militari a supporto dei controlli sul territorio e per il rispetto delle Ordinanze anti-Covid.

È un segno importante di attenzione da parte del Ministro, che fa seguito agli impegni assunti e mantenuti dal Commissario Arcuri. Ci auguriamo che anche dalla Protezione Civile nazionale vengano risposte efficaci e proporzionate alle esigenze evidenziate".

Attualità

de luca-regione

"Autorizziamo da subito progetti speciali scolastici per bambini disabili e autistici e da lunedì anche le attività delle scuole elementari". Lo ha annunciato il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca nel corso della sua visita al covid residence dell'Ospedale del Mare a Napoli.

"C'è stata una riunione poco fa tra l'assessore alla scuola Fortini e le organizzazioni scolastiche che hanno concordato sulle misure per la scuola su cui anche il Tar ci ha dato ragione. Ovviamente per le elementari i dirigenti scolastici devono rivolgersi alle Asl per garantire che ci siano condizioni sicurezza. Il presupposto per riaprire deve essere la garanzia delle condizioni sanitarie e questa garanzia non può essere scaricata sui presidi ma sulle Asl".

Inoltre De Luca ha annunciato:"Ci prepariamo a chiedere in giornata il coprifuoco. Il blocco di tutte attività e della mobilità da questo fine settimana in poi. Volevamo partire - ha detto - dall'ultimo week end di ottobre ma partiamo ora. Si interrompono le attività e la mobilità alle 23 per contenere l'onda di contagio. Alle 23 da venerdì si chiude tutto anche in Campania come si è chiesto anche in Lombardia".

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.