Attualità

Attualità

Niente allarmismi sulla balenabilità del mare della costa di Capaccio Paestum. L'ARPAC in una nota stampa ribadisce come le acque vengono costantemente controllate e monitorate con i risultati resi pubblici. Arpac quindi fa chiarezza dopo i dati presentati da Legambiente.

Attualità

A Polla si "accettano" suggerimenti per la realizzazione di un nuovo parco giochi. La giunta comunale, nella giornata di ieri, ha deliberato la proposta avanzata dal sindaco Rocco Giuliano e dall'assessore Maria Citarella: un "concorso di idee" per un'area dedicata ai più piccoli.

L'ente ha già stanziato in bilancio 100.000 euro per l'opera, individuando il terreno limitrofo alla nuova Piazza Comunale "Mons. Forte", di proprietà della Parrocchia Cristo Re e Sacro Cuore di Gesù, già contattata dall'amministrazione Giuliano e resasi disponibile alla vendita.

Ovvio che si tratta di un'iniziativa che necessita di un'adeguata progettazione creativa ed innovativa, e proprio in tal senso si inquadra il provvedimento adottato, ovvero alla stimolazione della fantasia che sia in grado di soddisfare le esigenze ludiche.

Prossimamente verrà predisposto l'apposito bando, nel rispetto dell'articolo 156 del codice degli appalti, per la indizione di un concorso di idee per la realizzazione di un progetto di fattibilità tecnica ed economica con partecipazione in forma anonima. Inoltre sarà previsto un premio congruo al soggetto o ai soggetti che avranno elaborato le migliori idee e i migliori progetti, da finanziare con i fondi già previsti per la realizzazione dell'opera.

Federico D'ALESSIO

 

 

 

 

 

 

Attualità

Stretta sulle slot machine a Monte San Giacomo. Il sindaco Raffaele Accetta ha firmato di recente un’ordinanza che disciplina gli orari di funzionamento degli apparecchi negli esercizi autorizzati.

Sono troppi gli interessi che ruotano intorno al gioco d’azzardo ed è sempre acceso il dibattito sulle misure più o meno restrittive da adottare per far fronte a quello che è diventato ormai un serio problema di salute pubblica.

Secondo gli ultimi dati ufficiali disponibili nel 2017 nel Vallo di Diano sono stati spesi tra scommesse, slot machine e lotto, circa 80 milioni di euro, ben 15 milioni di euro in più rispetto all’anno precedente secondo i dati sono stati forniti qualche mese fa dal Libro blu dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. E le anticipazioni sul 2018 pare non siano confortanti.

Servono misure di prevenzione. Raffaele Accetta ha dato il via. A Monte San Giacomo le slot possono essere usate solo dalle ore 15 alle ore 23. Nelle ore di sospensione gli apparecchi devono rimanere spenti e non accessibili. I titolari degli esercizi devono esporre apposito cartello con avvertimenti e prescrizioni. La violazione dell’ordinanza comporta una multa da 100euro e 500euro. Se poi è recidiva, ovvero commessa per due volte nell’arco di un anno, scatta la sospensione del funzionamento delle slot.

Nel Vallo di Diano si è sempre parlato molto del problema, di atti concreti finora pochi. Solo il Comune di Montesano sulla Marcellana di propria iniziativa con un’apposita ordinanza aveva provveduto a disciplinare gli orari. E anche i Comuni di Sala Consilina e Padula con un regolamento dedicato avevano cercato di arginare il fenomeno.

Serve però un’azione condivisa tra tutti gli Enti. Perché va da sé che sono inutili, ad esempio, le regole imposte a Montesano se l’accanito giocatore di turno può tranquillamente trovare una zona “franca” qualche km più in là. A tal proposito il presidente della Comunità Montana, Raffaele Accetta, aveva convocato qualche settimana fa la Conferenza dei Sindaci del Vallo di Diano per definire un’azione congiunta tra tutti i Comuni. Tutti i primi cittadini si impegnarono a emanare un’ordinanza, quindi lo stesso provvedimento con le stesse prescrizioni in termini di orario.

Monte San Giacomo lo ha appena fatto. Raffaele Accetta spera ora tutti seguano in breve tempo il suo esempio. 

Rosa Romano

 

Attualità

L'amministrazione comunale saprese punta al completamento dell'area portuale. Lo scorso 30 luglio è arrivata la delibera di giunta che, recuperando circa 355 mila euro residui di mutui, ha stanziato al disponibilità economica in cassa per il completamento dei lavori di riqualificazione dell'area portuale turistica ed un efficientamento del collegamento tra il porto ed il centro urbano.

Un progetto partito sin dal 2006 quando vi fu l'approvazione del progetto esecutivo per un importo complessivo di oltre 6 milioni di euro ma che, negli anni, a causa anche di problemi sopravvenuti con le aziende aggiudicatrici dell'appalto, ha visto i lavori bloccati senza essere giunti a completamento. Ora, l'amministrazione comunale guidata dal sindaco Antonio Gentile, trovandosi nella disponibilità economica una somma pari ad oltre 355 mila euro, ha deciso di utilizzarla per il completamento del progetto di "Riqualificazione turistica delle aree portuali e collegamento del porto al Centro urbano" e per realizzare in Loc. Brizzi, anche un Terminal Intermodale.

La delibera è stata adottata in considerazione della necessità di completare i lavori sul porto al fine di rendere l'area totalmente funzionante e fruibile sia per i cittadini che per i turisti. Decisa quindi la destinazione dei fondi residuali a disposizione del Comune che, oltre al completamento dell'area portuale, saranno anche destinati, come sottolineato dal Sindaco Antonio Gentile, per la realizzazione di altri progetti. "Con i fondi stanziati - fa sapere  infatti il primo cittadino saprese - saranno espletati tutti gli atti sia tecnici che amministrativi, necessari per il completamento dell’area portuale al fine di renderla finalmente totalmente fruibile e funzionale alle esigenze di cittadini e turisti. Si tratta di fondi - ricorda Antonio Gentile - attinti dalla disponibilità di residui dei mutui e oltre al porto abbiamo dato indirizzo all’Ufficio Tecnico di utilizzare le somme residuali per eventuali progettazioni inerenti la Pia Casa del Buon Pastore e il cimitero comunale. Inoltre - continua Gentile  - è stato completato il progetto per il completamento dell’infrastruttura portuale e la predisposizione del distributore di carburanti da candidare ai finanziamenti regionali preposti e programmato interventi a servizio dei pescatori a valere sui fondi del Flag ‘I porti di Velia’".

Anna Maria CAVA

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.