Attualità

Attualità

Approvato il finanziamento per la messa in sicurezza del costone e il ripristino del piano viario su SR 276 dir e sottostante SR103 a Magorno di Montesano Sulla Marcellana. Luoghi interessati da una frana il 24 novembre 2019. La Regione Campania ha dato l'ok al “Piano dei primi interventi urgenti di protezione civile in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici che nel mese di novembre 2019 hanno colpito il territorio regionale".

8 interventi e tra questi c'è il finanziamento di 210mila euro per la "Rimozione di masse instabili e materiale lapideo in equilibrio precario dal versante posto a monte della SR 276 DIR (ex SS 276) e della sottostante SR 103 (ex SS 103), a protezione delle stesse e ripristino del piano viabile".

Era il 24 novembre del 2019 quando una frana importante interessò il costone e le due strade. Entrambe rimasero per giorni interdette alla circolazione a causa della caduta considerevole di massi e detriti, prodotti dallo smottamento dei costoni rocciosi circostanti.

Diversi i sopralluoghi effettuati. Fin da subito al lavoro tecnici, geologi, carabinieri della stazione locale, dirigenti, protezione civile. La gravità della situazione aveva richiesto l’intervento del Genio Civile - Presidio Protezione Civile di Salerno per valutare il da farsi. Disponendo lavori in somma urgenza.

Ora il finanziamento quale "lavoro di prosieguo alla somma urgenza di ripristino delle condizioni minime eseguita all'epoca. Un risultato concreto - dice il sindaco Rinaldi - frutto di una sinergia istituzionale importante e di ascolto delle esigenze locali. Un risultato che pone le basi economiche essenziali per risolvere una questione di grande rilevanza, in totale sicurezza, per la nostra comunità, per Magorno e non solo".

Rosa ROMANO

Attualità

Mentre dal Governo arrivano le così dette raccomandazioni a non ospitare nelle proprie abitazioni più di 6 persone impedendo così a famiglie e parenti di riunirsi, nei luoghi pubblici non esistono limiti. È il caso del tribunale di Lagonegro che, ormai da settimane, fa registrare un sovraffolamento di avvocati nei corridoi in particolare nei giorni del mercoledì e giovedì. Forte preoccupazione ieri a Lagonegro per gli avvocati che si sono lamentati per i capannelli che si formavano in spazi decisamente angusti visto il gran numero di operatori della giustizia che frequentano i luoghi.

"Mantenere il distanziamento all'interno del presidio di giustizia lagonegrese - commenta l'Avvocato Elisabetta Giordano - non è possibile. Le aule ed i luoghi destinati alle attività di avvocati e magistrati sono troppo piccoli per poter assicurare il rispetto delle norma di distanziamento sociale".

Insomma,è paradossale quanto accade in Italia dove lo Stato, per ridurre il rischio contagio impedisce a parenti e familiari di riunirsi nelle proprie case in numero superiore a 6 mentre resta indifferente e immobile davanti a casi di assembramenti tra estranei nei luoghi di lavoro pubblici sottoponendo a continuo rischio contagi chi, per motivi di lavoro, è costretto a frequentare luoghi pubblici come il Tribunale di Lagonegro che continua a rivelarsi troppo piccolo per la mole di lavoro che deve sostenere.

Un luogo in cui gli avvocati,  provenienti da ogni parte e operanti nei territori di due distinte regioni, Campania e Basilica, con norme e regolamenti anti covid non sempre comuni, devono necessariamente condividere spazi stretti e poco arieggiati, in barba alle più basilari norme igienico-sanitarie imposte per ridurre i rischi di contagio. Una situazione che sottopone tutti gli avvocati a frequenti rischi contagio. Eppure l'avvocato Elisabetta Giordano, già dalla scorsa primavera aveva chiesto di intervenire e di individuare idonee soluzioni per evitare la presenza di troppe persone all'interno del tribunale, ipotizzando anche la riapertura come sede distaccata del tribunale di Sala Consilina, quindi nel Vallo di Diano da dove provengono il maggior numero di avvocati e la cui struttura è decisamente più ampia e dotata di spazi facilmente arieggiabili essendo dotati di ampi finestroni.

"La pandemia - sottolinea l'avvocato Giordano - dimostra l'insostenibilità dell'accorpamento e perciò si rende quando mai necessario e urgente ripristinare il Tribunale di Sala Consilina e perciò chiediamo ai sindaci ai consiglieri regionali al presidente della regione, al ministro di intervenire immediatamente". Gli assembramenti sono inevitabili soprattutto nei giorni del martedì, mercoledì e giovedì con l'impossibilità a rispettare la distanza di sicurezza con grave rischio per quanti, per ragioni diverse, operano all'interno della struttura. Duro, a tal proposito il commento dell'avvocato Angelo Paladino. "Si continuano a tenere udienze affollate nonostante l'aumento dei contagi. Come stanno le cose questo tribunale va chiuso per tutelare la incolumità di tutti".

Anna Maria CAVA

Attualità

È un autunno ricco di novità al centro estetico “Oasi di Bellezza. Beauty e Solarium” di Anna Marra, con sede in via Scorzo a San Pietro al Tanagro.

Attenzione tutta incentrata sul make up con i nuovi fondotinta Intrigo dalla coprenza modulabile e dalle tonalità adatte al periodo autunnale. Novità assoluta la possibilità di realizzare un Bio Tatuaggio con l’ennè per sopracciglia, un trattamento non invasivo, che regala un effetto naturale, riempiendo il sopracciglio senza la necessità di doversi truccare quotidianamente. Per le ciglia invece spazio alla laminazione, un trattamento naturale che nutre il pelo con prodotti a base di cheratina e vitamine, in grado di donare una curvatura permanente.

Per quante invece sognano di eliminare le macchie dal viso o una pelle priva di imperfezioni e luminosa, il centro estetico “Oasi di Bellezza” offre gli oli essenziali: una delle più interessanti opportunità nel trattamento di diverse problematiche estetiche della pelle e dei suoi annessi. Per le mani da non perdere il trattamento intensivo rigenerante, studiato specificatamente contro l’invecchiamento della pelle stressata delle mani, a base di olii essenziali puri naturali, per una pelle levigata, omogenea e ringiovanita.

Un aiuto importante per scegliere il trattamento viso specifico arriva dallo Smart Mirror, uno strumento che analizza le imperfezioni del viso in modo smart e veloce. Grazie ad una speciale fotocamera che in pochi secondi analizza il viso in modo dettagliato, è possibile individuare gli inestetismi e le problematiche della pelle per agire in modo mirato. Soluzione perfetta anche contro i peli superflui con il Depilaser tx 2, tecnologia laser di ultima generazione che offre i risultati migliori di sempre nei trattamenti di epilazione definitiva indipendentemente dalle caratteristiche del pelo, della stagione e del fototipo.

Il centro estetico Oasi di Bellezza offre anche prodotti unici sul territorio come il Burro Dermatologico che mantiene la pelle morbida ed elastica, la idrata e svolge un’importanze azione lenitiva, o la crema per il trattamento gambe Algher elasticizzante e rassodante. Prodotti di alta qualità che la pluriqualificata Anna Marra utilizza nel suo Centro anche durante i massaggi, tra cui il nuovissimo Massaggio Osmo Maa (manipolazione  autoassorbente), per combattere la cellulite. Attraverso i principi innovativi su cui si basa, questo massaggio ristimola il metabolismo  cellulare che favorisce la graduale scomparsa del tessuto cellulitico.

L’”Oasi di Bellezza” dunque diventa sempre più un punto di riferimento sul territorio con soluzioni innovative e professionali per ogni esigenza di bellezza.

Antonella D'ALTO

Attualità

Sta riscuotendo un grande successo con una intensa partecipazione il progetto destinato ai giovani del territorio finalizzato al potenziamento delle loro capacità di credere in se stessi e nelle loro capacità, oltre che per instaurare una maggiore consapevolezza del valore del territorio. Un progetto portato avanti con grande determinazione dalla Scuole di formazione Socrates di Sala Consilina e che rientra nelle attività programmate con il progetto Centro Territoriale ITIA (Intese Territoriali di Inclusione Attiva).

L'iniziativa promossa dal Consorzio Sociale Vallo di Diano Tanagro e Alburni dell'Ambito S10, punta a coinvolgere i giovani in un progetto di sviluppo e crescita sociale del territorio attraverso forme di valorizzazione del capitale umano e di stimolo verso l'autoimprenditorialità, innovazione sociale, sviluppo sostenibile, salvaguardia e valorizzazione del patrimonio. L'azione B che riguarda percorsi di potenziamento e di empowerment ossia percorsi di conquista della consapevolezza di sé e del controllo sulle proprie scelte in ambito di relazioni personali che siano esse di vita politica o sociale, conta già 70 partecipanti che stanno riscoprendo un maggiore interesse per il territorio, attraverso la conoscenza e la partecipazione a programmi e piani attuativi in cui gli utenti iscritti sono stati coinvolti.

"L’Attività messa in campo - fanno sapere dalla scuola di formazione Socrates - riguarda progetti di micro imprenditorialità, concorso di idee per valorizzare la creatività giovanile in materia di sviluppo sostenibile delle aree interne, un’azione di incubazione diffusa per creare spazi e reti per lo sviluppo del sistema economico e sociale delle aree interne a sud di Salerno attraverso la creazione di nuova economia e lavoro nell’ambito di programmi di sviluppo pluriennali". Si tratta di azioni che sono state individuate come strategiche da parte della Socrates insieme al Piano Sociale di Zona S10, agli esperti e ai partner del progetto ITIA. Sono inoltre previsti altri corsi di empowerment per la formazioni di “Assistente familiare”, “Collaboratore di strutture ricettive e ristorative”, “Giardiniere”, “Web Designer” e” Operatore punto vendita”.

Anna Maria CAVA

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.