Attualità

Attualità

luigimorello234

Il Rotaract Sala Consilina Vallo di Diano organizza la I edizione del Premio letterario in memoria di Luigi Morello.

L’iniziativa si sviluppa nel quadro delle attività di formazione rivolte alle nuove generazioni, con particolare attenzione al mondo della scuola. Si propone di far riflettere i ragazzi sul tema attualissimo del Covid-19 con lo scopo di stimolare l’interesse dei giovanissimi alla rielaborazione e riflessione su quanto sta accadendo a causa del diffondersi della pandemia. L’arrivo nel nostro Paese dell’epidemia provocata dal Coronavirus sta spingendo le famiglie ad affrontare la questione anche con i più piccoli. Con un linguaggio chiaro e scevro da qualsiasi sensazionalismo, è stata raccontata tutta la verità ai ragazzi, che tra qualche anno si ritroveranno a studiare la più importante pandemia dell’ultimo secolo sui banchi di scuola.

Durante la pandemia, è facile provare sentimenti negativi come tristezza, ansia, paura e perfino depressione, scrivendo le proprie riflessioni maturate in questo tempo di isolamento, alcuni parlano
non solo di cambiamento ma di nuovo inizio. 

Gli studenti dovranno dunque produrre un elaborato che risponda a questa riflessione: “Il Covid-19 ha ridisegnato i rapporti e le abitudini quotidiane. Il sacrificio di chi ha combattuto per permetterci una nuova “normalità” ci invita ad essere più solidali. Rifletti sui cambiamenti e prova a descrivere come immagini il tuo futuro (prossimo)”.

Il Concorso è rivolto agli alunni delle Scuole Secondarie di Primo grado degli Istituti rientranti nell’Area di competenza del Rotaract Sala Consilina - Vallo di Diano. Si è scelto di dedicare l’iniziativa al compianto Comandante Luigi Morello, persona dalle indubbie qualità morali e dall’animo generoso, sempre a disposizione dei più deboli e degli indifesi anche in ragione del suo lavoro di Vigile del Fuoco di cui andava estremamente fiero. Il Premio letterario istituito in sua memoria vuole stimolare i giovani a riflettere sul futuro e su come, in questo particolare momento, la solidarietà sia un valore preminente da praticare nei rapporti quotidiani e in prospettiva futura.

 

Attualità

È stata pubblicata ieri la decisione del TAR Salerno in merito al ricorso presentato dai responsabili della Casa di Riposo San Pio a seguito le disposizioni varate dal Sindaco di Padula Paolo Imparato che ne aveva disposto lo sgombero a seguito anche dell’atto del Consorzio Sociale Piano di Zona Ambito S10 che, vista la situazione legata anche ai casi di contagio da Covid 19 verificatisi a Padula che aveva revocato l’autorizzazione. Lo scorso 13 maggio si è tenuta l’udienza del ricorso presentato dai titolari della Casa di riposo di cui si conosceva l’esito che aveva portato i giudici della sezione Prima a rigettare il ricorso con la compensazione delle spese. Ora arrivano le motivazioni che hanno portato alla decisione. Nell’atto viene evidenziato come il provvedimento del Sindaco del 14 aprile con il quale veniva intimata l’ottemperanza delle disposizioni dell’ASL per il trasferimento degli ospiti della Casa di Riposo presso l’Ospedale Campolongo e l’ordinanza emessa sempre dal Sindaco di Padula di dare esecuzione alla revoca dell’autorizzazione al funzionamento della struttura, così come tutti gli altri atti contro cui veniva proposto ricorso per annullamento previa sospensione della validità, sono da ritenersi validi in quanto diverse norme, elencate nell’ordinanza, attribuiscono al primo cittadino, in caso di emergenza e di urgenza, come per l’emergenza epidemiologica in cui ci si trovava, un potere extra-ordinem  ossia un procedimento straordinario pertanto come si legge “svincolate, da qualsivoglia predeterminazione contenutistica”. “Sul piano motivazionale, - si legge ancora nel documento del TAR - l’ordinanza sindacale risulta supportata dalla esplicitata necessità di attivare ogni utile iniziativa tesa al contenimento dei rischi connessi all’emergenza COVID-19 e sul contenuto della ivi citata nota n. 1004/2020, con la quale l’ASL di Salerno ha ritenuto l’attuale soprannumero degli ospiti del Centro ricorrente condizione che di per sé costituisce ulteriore elemento di rischio”. Da qui la decisione che ha portato a rigettare il ricorso presentato dai responsabili della Casa di riposo San Pio che ora potranno valutare l’ipotesi di ricorrere al Consiglio di Stato contro la decisione

Attualità

I bambini che frequentano la 4^ classe della scuola primaria di Loc. Sant’Antonio a Sala Consilina vincitori del premio di Scrittura promosso dalla BiMed (Biennale delle Arti e delle scienze del Mediterraneo che ha visto i bambini delle elementari impegnati un lavoro di scrittura nell’ambito del progetto “ScriviAmo”.

Sostenuti e seguiti in questo lavoro dalla docente Rosa Mega i piccoli della scuola di Sant’Antonio sono riusciti a vincere per essere riusciti a creare un “Racconto avventuroso, coeso, avvincente e convincente nel quale si rileva la dimensione creativa dell’infanzia coniugata con una variegata qualità dei disegni”. È questa infatti la motivazione che ha portato alla vittoria del premio per i bambini di 4^.

Successo anche per i compagni di scuola più piccoli.Seppur non sono riusciti a risultare vincitori del premio, i bambini della classe I dello stesso plesso scolastico seguiti dalla docente Concetta Colucci, sono riusciti a superare brillantemente le prime due e complicate fasi e ad accedere alla finale di un concorso che ha visto la partecipazione di 1300 classi di tutta Italia.

Un risultato che ha riempito d’orgoglio, per il grande lavoro svolto dai piccoli bambini di Sala Consilina, docenti e famiglie ma soprattutto la dirigente scolastica del plesso Prof.ssa Patrizia Pagano che, ai nostri microfoni, ha spiegato in cosa è consistito il progetto.

Anna Maria CAVA

 

Attualità

L'immagine può contenere: testo

L'amministrazione comunale di Padula celebra la Festa della Repubblica, il 2 giugno, invitando i diciottenni alla Cerosa di San Lorenzo dove, dalle ore 11.00 presso la biglietteria, consegneranno la Costituzione e il biglietto d'ingresso al monumento. "Due atti - dicono dal Comune - fortemente simbolici nel giorno in cui si celebra la Festa di tutti gli Italiani. Il biglietto gratuito per tutti i visitatori sarà un omaggio per tornare man mano alla normalità godendo - concludono - della bellezza del nostro patrimonio"

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.