Attualità

Attualità

Sono state pubblicate (Decreto del Capo del Dipartimento per le politiche giovanili – n.479//2019) le graduatorie definitive dei progetti di Servizio civile universale. 28 quelli presentati dal capofila, la Cooperativa sociale Il Sentiero, insieme agli oltre 30 enti locali, tra Comuni e Comunità Montane, del Vallo di Diano, del Golfo di Policastro, della Valle del Sele, del Cilento e degli Alburni. Qualora tutti i progetti venissero ritenuti meritevoli sarebbero circa 400 i ragazzi volontari da impiegare in diversi settori: Patrimonio artistico Culturale; Ambiente; Minori; Assistenza agli Anziani.

Sul sito del Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale è precisato che “la collocazione nelle graduatorie dei progetti valutati positivamente non comporta l'automatico inserimento degli stessi nei bandi per la selezione dei volontari, in quanto, ai sensi del paragrafo 9.5 delle Disposizioni, allegate al D.M. 11 maggio 2018, vi rientreranno solo i progetti con i punteggi più elevati, fino alla concorrenza delle risorse finanziarie disponibili”.

È aumentato nel 2019 il numero di progetti presentati dagli enti dell’Albo nazionale, 2.753 rispetto ai 2.311 dello scorso anno. Con i fondi attuali ne verrebbero finanziati circa il 60%.

Intanto a luglio il Consiglio dei Ministri ha approvato un disegno di legge per l’aumento, nel 2019, di 70milioni del fondo a disposizione per i volontari. Complessivamente saranno stanziati 300milioni. Bisogna però aspettare che il Ddl compia tutto l’iter parlamentare, ad oggi i fondi certi sono quindi quelli previsti nell’ultima Legge di Bilancio quindi 230milioni.

Tra la fine di questo mese di agosto e gli inizi di settembre dovrebbe uscire il bando per circa 40mila ragazzi.

Il Servizio civile universale, lo ricordiamo, è aperto a ragazze e ragazzi di età compresa fra i 18 e i 28 anni che volontariamente si dedicano per un periodo continuato di 12 mesi a progetti in Italia, ma anche all’estero, a fronte di un compenso di circa 400euro al mese.

 

Rosa ROMANO

 

 

I progetti della Cooperativa sociale Il Sentiero e degli Enti che hanno aderito:

 

UN TERRITORIO DA VALORIZZARE-  Patrimonio Artistico Culturale (Comune di Sant’Arsenio n. posti 6, Teggiano n. posti 6, Ispani n. posti 6, Polla n. posti. 6, Vibonati n. posti 18) PUNTEGGIO 65

 

TERRE DEI MITIAmbiente (Comune di Ispani n. posti. 6, Laurino n. posti 6, Santa Marina n. posti 6, Roccadaspide n. posti 6) PUNTEGGIO 68

 

NELLE TERRE DEL PRINCIPATO CITRA Ambiente (Comune di Sacco n. posti 6, Monte San Giacomo n. posti 6, Contursi Terme n. posti 12, Casalbuono n. posti 6, Atena Lucana n. posti. 6) PUNTEGGIO 68

 

NELLE TERRE DEL DIANO Ambiente (Comune di Sant’Arsenio n. posti. 6  Teggiano n. posti 6, Polla n. posti 6, Piaggine n. posti 12, Roscigno n. posti 18) PUNTEGGIO 68

 

I COLORI DELLA VITA – Minori (Comune di Polla n. posti 4, Laurino n. posti. 6, Atena Lucana n. posti 6) PUNTEGGIO 65.

 

TERRITORIO UNICI- Ambiente (Comunità Montana Vallo di Diano n. posti. 20, Comunità Montana Alburni n. posti 18) PUNTEGGIO 68

 

UN ANNO CON NOI MANO NELLA MANO- Minori (Comune di Padula n. posti 8 ) PUNTEGGIO 65

 

PADULA E CULTURAPatrimonio artistico culturale (Comune di Padula n. posti 12) PUNTEGGIO 63

 

TUTELIAMO LA BIODIVERSITA’- Ambiente (Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni n. posti 20) PUNTEGGIO 71

 

SMART CITYAmbiente (Comune di San Giovanni a Piro n. posti 12) PUNTEGGIO 67

 

SAN GIOVANNI A PIRO VERSO MATERA 2019Patrimonio artistico culturale (Comune di San Giovanni a Piro n. posti 6) PUNTEGGIO 63

 

SASSANO AMBIENTIAMOCIAmbiente (Comune di Sassano n. posti 6) PUNTEGGIO 68

 

A SCUOLA DI TEATROPatrimonio artistico culturale (Comune di Sassano n. posti 6) PUNTEGGIO 57

 

ROFRANO RISCOPRE LA PROPRIA IDENTITA’- Ambiente (Comune di Rofrano n. posti 6) PUNTEGGIO 62

 

RISCOPRENDO SANT’ANGELO A FASANELLA Ambiente (Comune di Sant’Angelo a Fasanella n. posti 18) PUNTEGGIO 62

 

NON PIU’ SOLI 2019Assistenza Anziani (Comune di Torraca n. posti 8) PUNTEGGIO 46

 

ANIMAZIONE E’ VITA- Minori (Comune di Sanza n. posti 4) PUNTEGGIO 65

 

MONTE CERVATI 2019 – Ambiente (Comune di Sanza n. posti 10) PUNTEGGIO 68

 

CENTRO STORICO CUORE DI SANZA – Patrimonio artistico culturale (Comune di Sanza n. posti 6) PUNTEGGIO 62

 

LA PERLA DEL GOLFO 2019Ambiente (Comune di Sapri n. posti 18) PUNTEGGIO 71

 

LA MUSICA CHE GIRA INTORNO- – Educazione Minori (Comune di Camerota n. posti 6) PUNTEGGIO 46

 

CAMMAROTA- Ambiente (Comune di Camerota n. posti 6) PUNTEGGIO 66

 

ADOTTIAMO UN NONNOAssistenza Anziani (Comune di Camerota n. posti 6) PUNTEGGIO 65

 

IL NOSTRO AMBIENTE- Ambiente (Comune di Buonabitacolo n. posti 6) PUNTEGGIO 65

 

I COLORI DEL TANAGRO – Minori (Comune di Pertosa n. posti. 4) PUNTEGGIO 67

 

ASSISTI…AMO – Ambiente (Comune di Sicignano degli Alburni n. posti 12) PUNTEGGIO 61

 

CASELLE UN PATRIMONIO DA PRESERVARE- Ambiente (Comune di Caselle in Pittari n. posti 12)   PUNTEGGIO 68

 

AMICI DEL TERRITORIOAmbiente (Comune di San Rufo n. posti 6) PUNTEGGIO 68

 

Attualità

Il TAR della Campania (sezione staccata di Salerno) è intervenuto in merito all’ordinanza con la quale, il 5 agosto scorso, il sindaco del Comune di Teggiano, Michele Di Candia, convalidava il sequestro e l’abbattimento di 120 suini entro 72 ore dal provvedimento, senza alcun indennizzo e con le spese a totale carico del proprietario degli animali.

L’ordinanza del sindaco arrivava a conclusione dell’ispezione effettuata il 30 luglio scorso dal Dipartimento di prevenzione del distretto sanitario di Sala Consilina, con il supporto dei carabinieri forestali della stazione di Padula, nell'ambito dei controlli predisposti sul territorio per verificare il rispetto delle normative nell'ambito del settore alimentare e dell'allevamento.

Le operazioni di verifica portarono ad accertare la presenza di 120 suini privi del marchio identificativo, nonché la mancanza del registro aziendale e della certificazione sanitaria; motivi che hanno portato all'ordine di abbattimento e distruzione degli animali entro le 72 ore dalla notifica del provvedimento.

L’istanza è stata quindi impugnata dal proprietario dei suini, difeso dall’avvocato Nicola Senatore, dinanzi al Tar Campania, che ha accolto le ragioni sollevate dal difensore, per cui sono stati sospesi gli effetti di abbattimento e distruzione dei suini previsti dall’ordinanza sindacale.

Nel ricorso si è fatto anche esplicito riferimento alla Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Animale, redatta dalla Lega Internazionale dei Diritti dell’Animale, proclamata il 15 ottobre 1978 nella sede dell'Unesco a Parigi, primo provvedimento internazionale che educa al rispetto di ogni forma di vita, anche quella animale.

Federico D'ALESSIO

 

Attualità

Continuano le segnalazioni del sindaco di Polla Rocco Giuliano sullo stato di abbandono in cui versa il Fiume Tanagro in particolare nel tratto che attraversa il centro abitato pollese. Nuova richiesta di intervento indirizzata questa volta all'Assessore regionale Fulvio Bonavitacolo delegato alla Difesa del Suolo e all'ecosistema.  La presenza di detriti e vegetazione varia sta ostruendo il normale deflusso delle acqua che, seppur in questo periodo estivo può non destare particolare preoccupazione visto soprattutto il lungo periodo di siccità e il basso livello delle acque del fiume, può costituire però un grosso pericolo in vista della stagione autunnale.

È questo il momento opportuno per intervenire e adottare azioni preventive che non mettano a rischio l'incolumità dei cittadini. Il sindaco di Polla Giulinao, nella consapevolezza che azioni tardive potrebbero anche risultare inefficaci, continua a sollecitare interventi agli enti preposti. Sul Fiume Tanagro, infatti, pare che gli enti locali come comuni, consorzio di bonifica e comunità Montana non possono intervenire essendo infatti gli organi regionali che hanno l'esclusiva competenza sul corso d'acqua. Da qui le diverse sollecitazioni del primo cittadino con l'ultima in ordine di tempo che nella giornata di ieri ha scritto una lettera all'assessore Bonavitacola in cui ha ribadito la necessità e l'urgenza di effettuare gli interventi di manutenzione straordinaria sull'alveo del fiume Tanagro.

Nella nota, il primo cittadino pollese, ribadendo ancora una volta come vi sia la necessità di realizzare tali interventi con estrema urgenza, ricorda anche che, trattandosi - si legge nella lettera - di attività di tipo specialistico, è necessario provvedere a mezzo attrezzature e mezzi idonei, oltre che operai all'uopo specializzati attualmente - sottolinea nella lettera - nelle disponibilità del Consorzio di Bonifica Vallo di Diano Tanagro e della Comunità Montana Vallo di Diano, come confermato dai rispettivi rappresentanti legali". Si attende quindi l'ok e l'autorizzazione da parte della Regione per poter intervenire.

Anna Maria CAVA

 

Attualità

abbonamentiimunico

Annunciata lo scorso mese di luglio, è partita anche quest’anno la campagna per gli abbonamenti gratuiti per gli studenti finanziata dalla Regione Campania.Che anche quest’anno mette a disposizione degli studenti e delle famiglie agevolazioni tariffarie per recarsi nei luoghi di studio, quali scuole ed università. Lo scorso anno circa 120mila studenti hanno usufruito di questa agevolazione che ha consentito a una famiglia con due figli a carico di risparmiare fino a 800 euro all’anno. La procedura per richiedere l’abbonamento è semplice e si fa completamente online dal sito “Unico Campania”, sezione I’m Unico.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.