Attualità

Attualità

Sanità di prossimità in difficoltà in tutta la Regione Campania per effetto della carenza di medici di Medicina Generale che, al momento risultano non sufficienti a ricoprire i posti vacanti lasciati da medici in pensione. A sollecitare nuove azioni il consigliere regionale Tommaso Pellegrino che ha presentato una nuova interrogazione per chiedere all'ente regionale di prevedere l'abbassamento del punteggio per entrare in graduatoria al fine di evitare che possano verificarsi casi di posti vacanti.

Negli anni, con la pubblicazione di bandi per l'accesso alle scuole di specialistica, hanno portato alla rinuncia alle assegnazioni da parte di giovani medici, dei posti  per la partecipazione ai corsi di Medicina Generale. Una fuga a cui non si è posto rimedio nei bandi successivi. Una situazione già grave che ha subito un peggioramento con il diffondersi dell'emergenza epidemiologica, generando una carenza dei medici di medicina generale ed un disagio per le famiglie, soprattutto per chi vive nelle aree più marginali e periferiche della Regione Campania. Da qui l'interrogazione presentata dal consigliere regionale sassanese a seguito anche delle segnalazioni giunte da Ordine dei Medici e Sindacati.

"Tutte le proiezioni – spiega - evidenziano una forte disparità tra i medici che andranno in pensione da qui ai prossimi anni ed il numero di medici idonei in graduatoria, che risultano in numero insufficiente a ricoprire i posti che si andranno a liberare. Pertanto, - ha precisato il Capogruppo di Italia Viva - ho ritenuto opportuno presentare un’interrogazione  per chiedere come si intenda fronteggiare la carenza dei Medici di Medicina Generale e di valutare, per l’anno 2021, la possibilità di consentire l’idoneità anche a coloro che hanno un punteggio inferiore a 60 in modo tale da non trovarci con posti vacanti in graduatoria e così da evitare l’ulteriore aggravarsi della carenza di Medici di Medicina Generale nella nostra Regione”.

Anna Maria CAVA

Attualità

Si avvicinano i momenti attesi in cui nei comuni di Padula e Monte San Giacomo le due elette donne sindaco presteranno giuramento e si insedieranno ufficialmente nel loro lavoro alla guida dei rispettivi comuni. Michela Cimino e Angela D'Alto hanno provveduto a convocare i primi consigli comunali nelle vesti di prime cittadine.

Venerdì 15 ottobre, alle ore 18,00 sarà Michela Cimino eletta sindaca del comune di Padula a prestare giuramento nel corso del primo consiglio comunale che la stessa ha convocato nel suo nuovo ruolo dopo che, nella precedente amministrazione aveva ricoperto l'incarico di vice sindaco a fianco dell'uscente Paolo Imparato, oggi ultimo eletto tra le file dell'opposizione dopo che, alcuni mesi fa, aveva deciso di revocare l'incarico di vice sindaco ed assessore alla stessa Michela Cimino. Presso l'aula delle conferenza della Certosa di San Lorenzo, il consiglio comunale di Padula si insedierà ufficialmente con la sindaca Cimino che, dopo le dovute verifiche sulle condizioni di eleggibilità degli eletti, presterà il suo giuramento davanti alla comunità con la fascia tricolore. A seguire saranno comunicati i nomi dei componenti la giunta comunale e del vice sindaco che affiancherà Michela Cimino in questo nuovo percorso per il comune di Padula. Al termine della cerimonia, la prima cittadina e la sua amministrazione, regaleranno un momento di festa agli intervenuti con un buffet di ringraziamento.

Anche a Monte San Giacomo ci si prepara al momento del cambio ufficiale alla guida del comune. Seppur la neo eletta sindaca Angela D'Alto è già a lavoro nel suo nuovo ruolo, come la sua omologa di Padula, sarà giovedì 21, alle ore 19,00 presso la Sala Teatro di Palazzo Marone il momento emozionante in cui, indossando la fascia tricolore, presterà giuramento davanti al popolo e, successivamente, comunicare i nomi dei componenti la nuova giunta comunale di Monte San Giacomo. Due percorsi politici che si intrecciano. Anche Angela D'Alto come Michela Cimino, infatti, ricoprendo il ruolo di vice sindaco nella precedente amministrazione, nei mesi scorsi era stata sfiduciata dall'ormai ex sindaco Raffaele Accetta che, all'esito del voto dello scorso 4 ottobre, non è stato rieletto passando ora tra le file dell'opposizione. Due donne, due ex vice sindaco, due donne di politica sfiduciate dai loro sindaci, due donne sindaco che, con la determinazione e la voglia di mettersi in gioco e di dimostrare il loro valore, hanno battuto gli stessi primi cittadini che le avevano sfiduciate e ora due donne che in contemporanea, prendono le redini di due comuni del Vallo di Diano, in un contesto politico amministrativo locale fin qui dominato dalle presenze maschili.

Anna Maria CAVA

Attualità

Nell'ambito del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, la Giunta Regionale della Campania ha approvato la delibera con la quale chiede al Governo di finanziare, attraverso 641 milioni del PNRR, l’overbooking maturato sul PSR 2014-2020. 

"Riusciamo - ha dichiarato l'Assessore regionale all'Agricoltura Nicola Caputo - a dare così una risposta concreta a tanti che in questi anni hanno atteso i tempi lunghissimi della burocrazia. Con le risorse richieste – spiega Caputo - saranno finanziati i progetti risultati ammissibili ma non finanziabili per esaurimento della dotazione finanziaria dei bandi e quindi: per la misura 4.1.1 sono 938 progetti per un valore di 244.312.047,24euro; per il Progetto Integrato Giovani si tratta di 1.241 progetti per i quali sono stati richiesti sul PNRR 308.971.047,61euro; per la misura 4.4.2 sono 257 i progetti da finanziare con 42.375.125,81euro; e per il Progetto Collettivo di Sviluppo Rurale 42 progetti (42 interventi pubblici proposti da comuni e 102 attività produttive proposte da soggetti privati) per un valore di 45.257.263,07euro".

"La Regione - commentano da Coldiretti Campania nell’apprendere l'ok alla delibera di Giunta - offre una risposta concreta che fa giustizia del tempo perso e delle lungaggini burocratiche con un’intuizione intelligente. Con la richiesta di 641 milioni sui fondi PNRR si chiudono le vertenze del passato e si liberano risorse, che consentiranno di lavorare ai bandi del prossimo biennio del nuovo PSR, potendo contare su 600 milioni senza la zavorra di capitoli ancora da chiudere. Era necessario dare seguito alla volontà diffusa e crescente di impresa in agricoltura, in particolare sostenendo la voglia di fare dei giovani, che alimenteranno la crescita dei prossimi anni, investendo quindi sul ricambio generazionale, sull’innovazione e sulla tutela delle aree rurali".

Rosa ROMANO

 

 

Attualità

Nuova vita per il "Museo della scuola, arti e mestieri della tradizione sanzese". Sono iniziati i lavori di messa in sicurezza dei locali, in Piazza XXIV Maggio, dove è ospitata la raccolta di strumenti e attrezzi che hanno fatto la storia della comunità di Sanza. Una esposizione nata dal lavoro di recupero e conservazione fatto dal concittadino Sabino Curcio che ha messo insieme utensili e arredi vari e li ha donati al Comune.

Gli interventi, partiti in questi giorni, sono finalizzati al risanamento dalle infiltrazioni di umidità che avevano arrecato, nel tempo, gravi danni alla struttura mettendo a rischio soprattutto per gli impianti elettrici. La ditta incaricata dei lavori sta procedendo alla rimozione dell’intonaco danneggiato a causa dell’umidità per poi passare agli interventi di consolidamento e di riqualificazione.

“Lavori urgenti e non più procrastinabili che – ha affermato il sindaco Vittorio Esposito – al termine ci restituiranno locali sanificati ed idonei alle attività per i quali sono programmati". Si tratta di un investimento di 50mila euro, grazie a un finanziamento ministeriale, per un progetto necessario viste le condizioni dei locali dove l’esposizione di materiali e cimeli storici era stata sistemata. "La scelta della riqualificazione è stata condivisa dal signor Sabino Curcio che - ha assicurato Esposito - ha preferito custodire, nei tempi necessari ai lavori, il materiale espositivo. L’amministrazione comunale ha agito per la salvaguardia del patrimonio inestimabile del Museo".

Rosa ROMANO

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.