Attualità

Attualità


E' arrivata la risposta del Ministero della Giustizia all'interrogazione presentata dagli onorevoli del PD Iannuzzi, Bonavitacola e Capozzolo, in merito alla richiesta d'ispezione sulla struttura accorpante del Tribunale di Lagonegro. "La verifica – si legge nella nota – compete all'ente proprietario dell'immobile, vale a dire al Comune di Lagonegro"

Attualità


Botta e risposta sul web tra il consigliere comunale Valentino Di Brizzi e il Sindaco di Sassano Tommaso Pellegrino. A scatenare la polemica il tardivo rinvio dell'assise consiliare. Di Brizzi torna anche sui consigli comunali "lampo" effettuati dall'amministrazione comunale in passato

Attualità

La crisi morde anche il Vallo di Diano. Fortunatamente, a differenza delle realtà metropolitane, il problema della fame e quello di avere un tetto sulla testa si limitano ancora ad extracomunitari di passaggio o a casi rari e particolari. Eppure, anche nel Vallo di Diano, molte famiglie faticano davvero a sopravvivere. Sono tantissime le persone che soffrono a causa della terribile recessione economica. Le imprese non reggono la crisi,  l’occupazione cala. Nel quadriennio 2008-2012 la provincia di Salerno ha perso oltre 8.000 posti di lavoro e il tasso di disoccupazione ha raggiunto il 17,6%. L’occupazione fissa si è ridotta sensibilmente rispetto a quella atipica. Il reddito si sta disgregando, e le istituzioni e la politica che dovrebbero occuparsi di fornire gli strumenti per superare la crisi viaggiano con il freno a mano tirato. Intanto la crisi morde anche il Vallo di Diano, e la conferma arriva da Don Vincenzo Federico, delegato regionale Caritas e direttore della Caritas Diocesana di Teggiano Policastro. “Accanto al fenomeno della povertà cronica che esiste da sempre –conferma Don Vincenzo- il fenomeno dei nuovi poveri è cresciuto a dismisura negli ultimi anni nel Vallo di Diano, e riguarda nuclei familiari che prima della crisi erano autosufficienti”. A causarlo principalmente la perdita del posto di lavoro. “Dal mese di settembre le domande di aiuto sono cresciute a dismisura –sottolinea Don Vincenzo- ogni giorno incontriamo decine di persone che non sanno come farcela. Molti hanno visto concludersi anche la parentesi della cassa integrazione e sono diventati disoccupati a tutti gli effetti, si tratta per lo più di persone di grande dignità che non sanno nemmeno orientarsi in questa nuova situazione, a differenza dei poveri “cronici” che ormai conoscono tutti i trucchi per chiedere e ottenere aiuto”. Ma in cosa consistono le domande di aiuto che pervengono alla Caritas dai cittadini del Vallo di Diano? Molte riguardano il pagamento delle utenze, dal gas alla bolletta della luce. Altre richieste riguardano la difficoltà di mandare i figli a scuola: spese relative ai libri ma anche agli abbonamenti dei pullman. Poi ci sono le richieste per necessità legate all’abbigliamento, e quelle di consulenze per le rate dei mutui in scadenza. La crisi ha anche acuito patologie come la ludopatia, a causa della quale persone deboli si indebitano sempre di più per il gioco, arrivando a vendere effetti personali dall’oro alle fedi. “Senza dimenticare –conclude Don Vincenzo Federico- le difficoltà che si vivono in caso di famiglie con 3 o più figli, e di quelle separate, con i padri –disoccupati o meno- che non ce la fanno a sostenere le spese su due diversi nuclei abitativi”.

Elia Rinaldi & Antonio Sica

Attualità


Le interviste realizzate a Padula, in occasione del convegno "Il Culto in Grotta", nel corso del quale sono stati presentati i risultati delle ricerche effettuate nei territori di Sant'Arsenio e Montesano dal gruppo di archeologi coordinati dal Dott. Federico Nomi, resi possibili grazie anche all'interessamento di Don Fernando Barra e Don Vincenzo Federico, oltre che dal sostegno del presidente dell'osservatorio europeo per il paesaggio Angelo Paladino.

Articolo correlato: PADULA, AL CONVEGNO "IL CULTO IN GROTTA" PRESENTATI I RISULTATI DEGLI SCAVI ARCHEOLOGICI NEL VALLOhttp://www.unotvweb.it/unonews/index.php?option=com_content&view=article&id=1590

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.