Attualità

Attualità

Si è incatenato davanti al suo ristorante,  “Sala Varese”,  di Salerno per protestare a nome dei ristoratori salernitani contro la nuova ordinanza del presidente della Regione Vincenzo De Luca. Si tratta del ristoratore Ciccio Costantino. 

Attualità

Il senso e il valore delle pari opportunità nella società di oggi. Lorenzo Peluso, editorialista di Uno Tv, invita a riflettere sul tema e soprattutto sul ruolo e sulla forza della donna, attraverso un omaggio a grandi donne della storia che sono riuscite ad emerge e a diventare simboli della società di ieri e di oggi con la forza delle loro capacità. Peluso invita a riflettere anche sul tema delle quote rosa.

Attualità

Consegnati a tutte le scuole secondarie di I grado del Vallo di Diano i tablet che la Comunità Montana, quale ente capofila per la strategia delle aree interne ha ricevuto dal ministero per il Sud e donati da Amazon in questa fase di emergenza coronavirus. Da alcune settimane l'ente montano sta provvedendo alla redistribuzione di 160 tablet che potranno essere utili strumenti in questa fase emergenziale per garantire a tutti i ragazzi il prosieguo dell'attività didattica anche in modalità a distanza. Le ultime due scuole rimaste sono state raggiunte tra ieri e oggi per la consegna degli apparecchi tecnologici. Ieri il presidente della Comunità Montana Raffaele Accetta ha raggiunto l'istituto comprensivo Pascoli di Teggiano  mentre, questa mattina, è stato a Sala Consilina per la consegna dei tablet all'Istituto Camera.

Tappe che hanno determinato la conclusione della fase di distribuzione dei doni che sono stati assegnati alla strategia delle aree interne del Vallo di Diano, nell'ambito della Strategia d'area nazionale che è stata la destinataria delle donazioni da parte di AMAZON, noto marchio del commercio elettronico, che ha così voluto contribuire alle necessità del mondo della scuola in questa fase di incertezza e puntando proprio a voler aiutare le scuole che insistono sui territorio più marginali. L'ente montano, ricevuti i doni ha deciso di donarli alle scuole medie ed in particolare alle classi prime che potranno così utilizzarli al meglio dato che frequenteranno gli istituti per altri 2 anni. “Con i miei collaboratori ed i dirigenti - spiega il presidente dell'ente montano - consegniamo di persona i tablet alle singole classi per far comprendere loro l'importanza della scelta del Ministro che ha accompagnato la donazione con una lettera ricca di sensibilità ed attenzione per i piccoli centri del sud dai quali anche lui proviene e dimostrando, attraverso la sua esperienza, che nulla è precluso ai ragazzi che vivono in piccoli comuni come i nostri”.

Ringraziamenti ad Amazon e al ministero arrivano dalla dirigente scolastica di Teggiano Rosaria Murano che commenta: "Oggi ancor più che nel passato  i tablet sono utili alle nostre attività: basti pensare allo stravolgimento della nostra attività didattica causata dall'emergenza Covid19. Ci siamo organizzati e reinventati nel fare la Didattica. Credo ci siamo riusciti bene e questi dispositivi rappresentano un'opportunità in più”. Una donazione che si rivela ancor più utile ed opportuna alla luce dell'ordinanza regionale emessa nella serata di ieri

Anna Maria CAVA

Attualità

Scuole chiuse in tutta la Campania e scoppia il caso a Sala Consilina. Sui socialnetwork, dopo poche ore dalla diffusione della nuova ordinanza regionale che chiudeva le scuole fino al 30 ottobre, è apparsa una notizia, smentita dopo pochi minuti, secondo cui il sindaco di Sala Consilina, Francesco Cavallone, aveva deciso di andare contro l'ordinanza della Regione Campania e, secondo quanto scritto nella notizia, avrebbe ordinato che le scuole salesi dovevano restare aperte al fine di rispettare il diritto allo studio. Una notizia che ha suscitato scalpore e che è stata prontamente smentita dall'amministrazione comunale tanto da pubblicare la foto dello scritto sottolineando a caratteri cubitali che si è trattato di fake news.

"Da uomo di legge - commenta Cavallone - prima che da sindaco, sono abituato a rispettare la legge e ad applicare quanto previsto da organi superiori. In questo specifico caso - sottolinea - come può essere ben compreso, un sindaco di provincia non ha alcuna autorità ad emettere disposizioni contrarie ad ordinanza regionali". Il primo cittadino salese, a tal proposito, ricorda come, persino il Ministro dell'Istruzione, che ha palesemente manifestato al sua contrarietà al provvedimento, non ha il potere il potere di intervenire per fermare l'ordinanza se non con mezzi giuridici adeguati. "Ammetto - continua Cavallone - di non essere favorevole ad un provvedimento così restrittivo, anche perché, come dimostrato in queste prime settimane di lezione, le nostre scuole sono sicure e, tutti i provvedimenti e le disposizioni previste nei protocolli nazionali e regionali, sono state scrupolosamente rispettate".

Il Sindaco di Sala Consilina ricorda come, nel corso di questi mesi che hanno preceduto l'apertura della scuola, grazie ad un lavoro di concerto e collaborativo tra comune e dirigenti scolastici, era stato possibile creare le condizioni di massima sicurezza per i ragazzi, adottando provvedimenti adeguati per evitare ogni tipo di assembramento. "I fatti - dichiara in conclusione il primo cittadino - dimostrano che la macchina organizzativa messa in piedi ha funzionato alla perfezione, limitando al massimo ogni tipo di contatto e rischio contagio da Covid. Nonostante ciò non si può far altro che attenersi alle disposizioni regionali dato che - ribadisce Cavallone - come sindaco non ho alcuna competenza per attuare un qualsivoglia provvedimento che possa andare contro a quanto previsto nell'ordinanza emessa dalla Regione Campania. Pertanto non abbiamo mai neanche mai pensato di poter mantenere le scuole aperte dopo la pubblicazione dell'atto da parte dell'ente regionale, limitandoci ad adottare le disposizioni impartite".

Anna Maria CAVA 

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.