Tragedia di Cutro, da Sanza disponibilità ad accogliere alcune salme

0
102

Ha scosso l’umanità la tragedia di Cutro, avvenuta in seguito al naufragio del 26 febbraio scorso davanti la spiaggia di Steccato. 72 i corpi recuperati finora. Per questa “immane tragedia consumatasi lungo la costa calabra”, il sindaco di Sanza, Vittorio Esposito, a nome dell’intera comunità che rappresenta, ha scritto al sindaco di Cutro, Antonio Ceraso, e al Prefetto di Crotone, Maria Carolina Ippolito, per esprimere solidarietà e vicinanza e per formalizzare la disponibilità a mettere a disposizione loculi di sepoltura per la gestione dell’emergenza.

“Le parole in queste circostanze servono a poco – scrive il sindaco di Sanza- , se non a far sentire che non si è soli nell’affrontare drammi umani e collettivi che non dovrebbero mai accadere. A seguito dell’interlocuzione telefonica avuta dal mio ufficio con lei, collega sindaco, – prosegue il primo cittadino di Sanza- Le confermo in modo formale la disponibilità della nostra comunità ad accogliere due salme, in due loculi del cimitero di Sanza, se necessario due spazi di sepoltura nella nuda terra, occupandoci anche curarne degna sepoltura. E’ questo solo un piccolo gesto di solidarietà e vicinanza alla comunità di Cutro – afferma ancora il sindaco Esposito – e più in generale alle vittime dell’immane tragedia consumatasi lungo le nostre coste, nonché ai loro familiari”.

Poi un ringraziamento per quanto i soccorritori, le forze dell’ordine, Vigili del Fuoco, Guardia Costiera e volontari, stanno facendo nel gestire l’emergenza, e infine il sindaco di Sanza termina la sua missiva affermando di restate in attesa di “indicazioni, se lo riterrete opportuno – scrive – , per organizzare il trasferimento delle salme e la loro sepoltura, secondo il rito e la fede religiosa professata”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here