Teggiano, Via Furre: il Commissario deliberava gli interventi, l’amministrazione Di Candia sospende la delibera

0
6

{vimeo}262957247{/vimeo}

Materiale di risulta per coprire le buche di Via Furre a Teggiano che, nei giorni scorsi, ha portato le comunità locali a denunciare il fatto ai carabinieri. Pare si tratti solo dell’ennesima battaglia che i cittadini che percorrono l’arteria portano avanti nella speranza di vedere il tratto di strada comunale interessato da lavori di messa in sicurezza. La battaglia è iniziata nel 2010 con ben 3 petizioni presentante, raccogliendo ben oltre le 500 firme che, come riportato sui documenti, facevano seguito a numerose richieste verbali avanzate sia dai cittadini che da chi abitualmente percorrere l’arteria, strada anche utilizzata come percorso alternativo in caso di manifestazioni o comunque chiusura della strada provinciale che attraversa località Pantano.

In realtà interventi sull’arteria sarebbero stati già realizzati nel 2015 quando, l’allora amministrazione Cimino, con delibera di giunta, aveva autorizzato l’effettuazione di lavori di messa in sicurezza per il tratto di Via Codaglioni fino a Via Furre. Un intervento parziale che, successivamente, il commissario subentrato per effetto della decadenza dell’Amministrazione Cimino Vincenzo Amendola, aveva deciso di proseguire emettendo delibera in data 3 maggio 2016 in cui veniva spiegato che le condizioni meteorologiche avverse avevano reso l’arteria impraticabile e, vista la disponibilità di risorse come da allegato parere economico, aveva stabilito l’effettuazione di lavori di manutenzione straordinaria sulla via comunale Furre con uno stanziamento di 80 mila euro per effettuare opere immediatamente eseguibili vista la soluzione progettuale prescelta, la proprietà comunale delle aree interessate e che la somma occorrente trovava copertura sui fondi del quadro economico destinati al interventi in economia complementari senza pertanto costituire nuova spesa.

Quei lavori immediatamente eseguibili nel maggio del 2016, però, non vengono mai effettuati. Con il subentro, a seguito elezioni, della nuova amministrazione comunale, invece, viene emessa una nuova delibera da parte della giunta Di Candia che sospende gli effetti della delibera del Commissario per la realizzazione dei lavori su Via Furre e di destinare, in via prioritaria, tutte le risorse per migliorare “la transitabilità – si legge sulla delibera datata 13 gennaio 2017 – dell’asse stradale principale di accesso all’Area PIP Codaglioni, nel tratto compresa tra l’uscita dalla stessa, in direzione Sala Consilina, e fino all’incrocio con la via Difesa delle Margini”.  Nella stessa delibera, però, è evidenziato come l’amministrazione comunale Di Candia, abbia manifestato il proprio interesse ad eseguire interventi per la messa in sicurezza di Via Furre.

Anna Maria Cava

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here